117
Luiz Adriano è forse la più bella sorpresa dell'estate rossonera: l'arrivo di Bacca, il sogno Ibrahimovic e il ritorno di Balotelli hanno fatto passare sotto traccia l'acquisto dell'attaccante brasiliano ex Shakthar Donetsk, classe '87. "Gioca in un campionato di terza fascia", la critica più comune che gli veniva mossa, da addetti ai lavori che forse non ricordano che Luiz i gol li ha sempre fatti, anche in Europa, anche parecchi (5 in una partita, come lui solo un certo Lionel Messi). Un acquisto silenzioso, quasi economico (8 milioni di euro), in un mercato dai prezzi eccessivamente gonfiati.

PUNTA CHE GIOCA PER I COMPAGNI - Un'istantanea fotografa al meglio le qualità del numero 9: l'assist con cui ha mandato in porta Carlos Bacca nella sfida contro l'Empoli. Non solo un bomber d'area, ma anche un fantasista capace di inventare passaggi millimetrici, se necessario. Un'intesa, qualla con la punta colombiana, che è nata subito sotto una buona stella; ma soprattutto la capacità di giocare di sponda per gli inserimenti, purtroppo per i rossoneri ancora esigui, dei centrocampisti, o la capacità di difendere palla e conquistare falli.

9 + 45 - Anche con Mario Balotelli si è visto qualcosa di molto interessante nell'amichevole contro il Mantova, tanto che il 45 gli ha lasciato il rigore del 3-2: i due si sono cercati e spesso trovati. Lucescu aveva avvertito l'Italia, in pochi gli avevano creduto: ora i tifosi rossoneri sperano che Luiz possa essere il numero 9 che a Milanello aspettano dai tempi di Inzaghi. Le premesse sono ottime.

ADG