57
Paolo Maldini, direttore tecnico del Milan, parla a Sky Sport prima della sfida con la Juventus: "Stiamo bene, naturalmente questa sfida prima voleva dire scudetto, quindi l'obiettivo è lo scudetto. Non è quello che ci aspettavamo, non è quello che ci speravamo visto il nostro percorso, ma ora ce la giochiamo. Donnarumma l'ho visto bene, concentrato, sereno e determinato; bisogna pensare a quello che è il passato di questo giocatore, che mi ha quasi rubato il record di precocità, ha avuto delle stagioni non belle, non ha mai raggiunto la vetrina della Champions League, e stasera è importante anche per lui". 

ELKANN - "Abbiamo parlato, era affascinato dalla terza generazione di Maldini al Milan, se loro hanno scelto questa squadra, devo dire che è affascinato da questa cosa". 

LA SFIDA - "Qua ci si gioca una stagione, delle 5 che lottano per la Champions, a parte la Lazio, tutti hanno la possibilità di vincere tutte le partite di qualificarsi, quindi è tutto nelle nostre mani. Come si vince? In questi casi l'esperienza ad alti livelli aiuta, ma anche l'incoscienza dei giovani è un fattore". 

MOURINHO - "Gli ho scritto, mi ha risposto in maniera molto forte e simpatica, il suo arrivo fa bene a tutti noi, al campionato italiano, alla Roma. E che sia da stimolo, ritroviamo un allenatore che ci fa tornare una vetrina importante". 

IL MERCATO - "Avanti con Pioli? Corretto. Non è stata richiesta la Champions a inizio stagione".