Commenta per primo

Il mercato estivo del Milan ha sorpreso tutti. I grandi colpi last minute Ibrahimovic e Robinho potrebbero però nascondere alcuni interessanti retroscena sul fronte societario. E' infatti difficile che Galliani, abituato ad preannunciare i suoi obiettivi ai quattro venti, abbia cambiato strategia all'improvviso giocando a nascondino.

Più probabile che, nel mese di agosto, ci sia stata una forte accelerata nella trattativa per l'ingresso in società di nuovi investitori stranieri. Lo sceicco Mansour? No, gli arabi si 'limiteranno' a versare nelle casse del club rossonero 15 milioni di euro all'anno per almeno le prossime quattro stagioni grazie allo sponsor Fly Emirates.

Secondo fonti raccolte da Calciomercato.com, i soldi arriveranno dalla Russia. Nel 2011 dovrebbe infatti concretizzarsi l'affare con Gazprom, il maggiore estrattore al mondo di gas. Grazie all'amicizia tra Putin e Berlusconi, inizialmente la compagnia russa dovrebbe entrare nel Milan come socio di minoranza, acquistando una percentuale delle quote del club (20-30%) per una cifra tra i 150 e i 200 milioni di euro.