5
"No. Non ci siamo mai sentiti. Ho solo voluto dirgli che stava sbagliando a insistere sulla preparazione atletica nelle sue interviste, si stava esagerando su un aspetto che mi tocca profondamente. Lui sta facendo bene ma non è giusto toccare le mie competenze. Ho cinque-sei anni di esperienza in più di Serie A, penso di avere conoscenze maggiori di chi dice certe cose: dati alla mano sfido chiunque in un confronto pubblico sul tema. Un conto è quanto corri, un altro l’intensità che ci metti". Vincenzo Montella ha tirato fuori gli artigli nell'intervista concessa alla Gazzetta dello sport. Ma ha omesso un piccolo particolare: fu proprio lui ad esonerare il suo preparatore atletico, segnale che le cose non stessero andando affatto bene.