29
Era stato uno degli ultimi colpi di mercato della scorsa estate. Con una trattativa lampo, il Milan era riuscito a strappare il prestito di Mati Fernandez dalla Fiorentina, facendo infuriare il Cagliari e, in particolar modo, il direttore sportivo Capozucca. Tutto ricucito lo scorso gennaio, con l'operazione che ha portato allo scambio di portieri Gabriel-Storari. 

DELUSIONE MATI - Scorie di mercato a parte, in questa stagione Mati ha deluso le aspettative che avevano i tanti tifosi rossoneri e Vincenzo Montella, l'allenatore che lo aveva avuto alla Fiorentina e ne ha chiesto l'arrivo a fine agosto. Tanti infortuni muscolari lo hanno tenuto lontano dal campo e quando ha avuto la possibilità di giocare, il cileno non ha convinto. La grande occasione potrebbe arrivare però domani, contro il Genoa. Negli ultimi allenamenti, infatti, il tecnico rossonero lo ha provato come mezzala sinistra, accanto a Kucka e Bertolacci.

TRA CAMPO E MERCATO - Un'opportunità per mettersi in mostra per l'ex Villarreal, che in stagione ha raccolto appena 93 minuti in cinque presenze. E con un futuro tutto da scrivere. Nell'accordo tra Milan e Fiorentina è stato inserito il diritto di riscatto per circa un milione di euro, ma a oggi è molto difficile che il club di via Aldo Rossi decida di investire per confermarlo. A giugno Mati Fernandez tornerà quindi al club viola, con cui ha un contratto fino al 2018, ma la sua permanenza potrebbe essere più breve. Diversi club in Cina lo stanno seguendo e il cileno, che a maggio compirà 31 anni, può decidere di proseguire la sua carriera nella Super League. Intanto, pensa però a fare bene col Milan: domani può essere la sua occasione.