96
Mateo Musacchio è tornato in campo contro il il Torino undici mesi dopo l'ultima volta. E non ha di certo sfigurato contro Zaza e compagni. Sempre attento in marcatura e molto bravo nel cercare di tenere alta la linea difensiva con Alessio Romagnoli. Una prova di sostanza per cercare di dare un segnale al Milan: al netto di qualche problema muscolare di troppo e alcune incomprensioni, Stefano Pioli può contare sull'argentino in questa seconda parte di stagione piena di impegni.

SIRENE DAL MERCATO - Mateo Musacchio lascerà sicuramente il Milan nella prossima estate, il suo contratto in scadenza non verrà rinnovato. Difficile una sua partenza in questa sessione di mercato: ci aveva provato concretamente il Genoa, contattando sia l'entourage del giocatore che il club rossonero. Ma Mateo non era convinto e ha preferito declinare la proposta dei rossoblu. Nelle ultime ore il Parma ha chiesto informazioni al Milan (non ancora agli agenti dell'ex Villarreal) alla ricerca di un colpo in difesa per alimentare le speranze di una salvezza al momento complicata. Situazione che potrebbe avere degli sviluppi, con presumibile offerta, a stretto giro di posta. Ma dopo il segnale lanciato ieri contro il Torino, la volontà di Musacchio di lasciare il Milan anzitempo è tutta da verificare.