25

Potrebbe arrivare da un epurato di gennaio il tesoretto in casa Milan per il riscatto di Adil Rami e Adel Taarabt. Il Milan punta alla riduzione dei rispettivi riscatti in modo tale da non superare gli 8 milioni di euro per trattenere a Milanello il difensore francese ed il trequartista marocchino. Una cifra che potrebbe essere raggiunta a sorpresa (o quantomeno abbassata nei costi) dalla cessione dell'attaccante M'Baye Niang, attualmente in prestito al Montpellier.

RISCATTO FRANCESE – Classe '94 e con un contratto in scadenza nel 2017, Niang può essere considerato ancora un acquisto di valore sul mercato internazionale. L'esperienza al Montpellier, seppur negativa soltanto al di fuori del campo da gioco, ha già fruttato 4 gol e 3 assist in 16 presenze. Il presidente Luois Nicollin aveva confermato ai nostri microfoni di non aver inserito un diritto di riscatto nei confronti del Milan e nella giornata di ieri, intervistato da Midi Libre ha aperto per la prima volta alla possibilità di una trattativa con il Milan: "Vedremo con il Milan, perché tenerlo costerebbe troppo, ma se Rolland volesse tenerlo...".

CONCORRENZA INGLESE - Niang ha grandi estimatori in Premier League, con Arsene Wenger, da sempre innamorato dei talenti della Ligue 1, che è pronto a tesserarlo con l'Arsenal per la sua duttilità nel ricoprire ogni ruolo dell'attacco. Anche il Tottenham, in attesa di capire chi sarà il proprio allenatore nella prossima stagione, si sta muovendo soprattutto sul mercato dei giovani e, con una Champions League sempre più lontana potrebbe puntare proprio sul talentuoso attaccante originario di Meulan per rinforzare il reparto avanzato. La giovane età e la lunga durata del contratto possono spingere il Milan ad una richiesta onerosa di oltre 5 milioni di euro per il suo trasferimento, una cifra che coprirebbe gran parte dei riscatti di Rami e Taarabt, primi veri rinforzi della formazione rossonera anche in vista della prossima stagione.