269
Giorni roventi per il Milan, a ridosso del 1° luglio e dell'apertura del mercato tiene banco la questione dei rinnovi di Paolo Maldini e Frederico Massara. I contratti dell'area tecnica non sono però gli unici da definire però in casa rossonera e tra le situazioni aperte ci sono quelle di Ismael Bennacer e Rafael Leao.

BENNNACER - Per il centrocampista algerino è il momento di arrivare al sodo. Tra febbraio e marzo era stata raggiunta una bozza d'intesa per un quadriennale (fino al 2026) da 3 milioni più bonus a stagione, ma il giocatore ha rimandato e chiesto tempo per conoscere il progetto di RedBird e completare il finale di stagione verso lo scudetto. Due aspetti ormai superati, ora la palla è tra i piedi di Bennacer per riaprire il discorso e avvicinarsi alla fumata bianca attesa dai tifosi.
LEAO - Il cambio di proprietà ha inevitabilmente rallentato anche l'operazione Leao, sul quale però ha inciso in maniera importante anche un altro fattore: quella multa da 16,5 milioni di euro da pagare allo Sporting per il trasferimento al Lille, confermata anche in appello. Un evento che ha cambiato le carte in tavola, perché se la prima proposta formulata da Maldini e Massara a Jorge Mendes a febbraio si aggirava intorno ai 4,5 milioni netti a stagione più bonus, la richiesta si è assestata a 6,5 milioni più bonus. I dialoghi sono proseguiti con la possibilità di chiudere a metà strada, forti anche della volontà del portoghese di restare in rossonero, ma anche in questo caso il lavoro non è finito: Maldini e Massara i primi tasselli, ma per il Milan che verrà i prossimi giorni saranno importanti anche per dare un'accelerata ai rinnovi di Bennacer e Leao.