Passi in avanti, grande fiducia. I contatti tra Milan e Chelsea per Tiemoué Bakayoko sono proseguiti anche oggi e dopo un breve stop riprenderanno in serata. I Blues hanno chiesto qualche ora di tempo per sistemare gli affari più caldi in entrata (in Inghilterra lo stop agli acquisti era fissato alle 18 ora italiana) e in uscita, in serata Ramadani, agente incaricato da Marina Granovskaia di occuparsi del mercato, tornerà a discutere con Leonardo e Maldini. Da entrambe le parti c'è la volontà di arrivare alla fumata bianca, il Milan lavora sul prestito con diritto di riscatto fissato a 30 milioni, il Chelsea chiede qualcosa di più per lasciarlo partire ora per lasciarlo libero tra un anno.

HA DETTO SI' - La trattativa corre spedita, il Milan spera di chiudere entro un paio di giorni, per regalare Bakayoko a Gattuso entro la fine della settimana, al massimo l'inizio della prossima. Il progetto rossonero, illustrato ieri da Leonardo e Maldini al fratello-agente e all'intermediario Pastorello, ha convinto il francese classe 1994 di Parigi, consapevole che con Sarri le chances di giocare sono praticamente nulle. Non dovrebbe rappresentare un grande ostacolo l'ingaggio: Bakayoko guadagna circa 6 milioni di euro a stagione, il Chelsea potrebbe partecipare al pagamento dello stipendio così come il Milan e il diretto interessato sono disponibili a venirsi incontro. Insomma questo affare s'ha da fare.