Commenta per primo

C'è anche e ancora il Milan su Javier Pastore. Un'interesse che risale alla scorsa stagione, che è tornato di moda in questi giorni, nonostante le smentite di Galliani e le richieste "folli" di Maurizio Zamparini. I rossoneri non hanno ancora individuato il mister X, ma partono dalla certezza che dovrà aumentare la qualità a centrocampo, dopo l'addio di Pirlo. Witsel, Lamela e Hamsik partono in seconda fila, in pole position restano Ganso e proprio El Flaco, un giocatore che mette d'accordo Galliani, Berlusconi (a cui non piacciono solo le belle ragazze, come ha ironizzato Zamparini) e Allegri. E' giovane, ha un talento infinito e ricorda Kakà, nelle giocate e nell'atteggiamento in campo. In più, rispetto a Ganso, conosce il campionato italiano e non ha subito gravi infortuni.

Su Pastore l'avversario più pericoloso resta il Chelsea, più di Manchester City, Roma e Napoli. Barcellona e Real Madrid, invece, sembrano avere altri obiettivi. Il Milan ha scelto di attendere, forte della volontà del giocatore di lasciare Palermo, e se non arriveranno offerte fuori mercato dall'Inghilterra, tenterà l'assalto nelle ultime due settimane d'agosto.