138
Le notti di Coppa Italia fanno bene a Kris Piatek. Proprio a San Siro, poco meno di un anno fa, erano arrivati i primi gol con la maglia del Diavolo nei quarti contro il Napoli e nella medesima competizione torna al gol a distanza di un mese (l'otto dicembre a Bologna), dall'ultima volta. Il Milan, trascinato dall'attaccante polacco, regola la pratica Spal davanti a 32000 tifosi e vola ai quarti, dove ad attenderlo c'è il Torino di Mazzarri.

CONDIZIONE OK - Con Ibrahimovic in panchina per tutta la partita, le attenzioni sono tutte rivolte su Piatek. Il Pistolero torna a sparare al 20': fuga solitaria su splendida intuizione di Bennacer e destro mortifero dove Berisha non può fare nulla. Ma l'ex Genoa piace per i movimenti, per l'attacco ossessivo della profondità. Intelligente quando regala un cioccolatino solo da scartare a Castillejo per il gol del 2-0, generoso quando rincorre tutti i portatori di palla avversari. Un segnale forte e chiaro: Piatek gode di una buona condizione fisica e mentale.

IN VENDITA - La linea della società su Piatek non cambia rispetto a quanto raccontato nei giorni scorsi. Il nazionale polacco è assolutamente cedibile ma a due condizioni: in via Aldo Rossi deve arrivare un'offerta da 28/30 milioni e solo per un trasferimento a titolo definitivo. In Inghilterra Tottenham, Aston Villa e West Ham studiano la situazione con grande attenzione. Il gol di stasera può trasformarsi in un assist per Boban e Maldini.