48
Ripartire dopo il pareggio in casa della Spal, ancora in trasferta. Milan atteso dalla sfida dell'Olimpico con la Lazio, il tecnico rossonero Stefano Pioli presenta la sfida in conferenza stampa.

ATTEGGIAMENTO DIVERSO IN DIFESA - "Gli unici dati che interessano sono le occasioni create e i tiri effettuati, oltre a quanto concediamo agli avversari. Noi vogliamo comandare sempre la partita. A Ferrara dovevamo segnare più gol e dobbiamo migliorare in questo. Le prossime gare sono difficili, sarà più difficile creare occasioni e quindi servirà essere più concreti".

KJAER - "Dà più serenità alla difesa? Lui e Romagnoli sono una coppia molto intelligente che sa comunicare bene. Con loro abbiamo fatto bene, ma molto dipende anche da cosa si fa più avanti in fase difensiva".

FATICA A FARE PUNTI CON LE PICCOLE - "Non esistono partite facili in Italia, nessuno entra in campo senza determinazione e voglia di fare risultato. Dobbiamo sempre giocare le partite con grande voglia, ne abbiamo ancora tante in pochi giorni e ognuna varrà tanto. Servono convinzione e consapevolezza nei nostri mezzi".

ASSENZE LAZIO - "La Lazio è forte, arriva da due rimonte importanti. Mancheranno Immobile e Caicedo ma ci sarà Correa, sarà una gara molto complessa anche dal punto di vista tattico".

PROSSIME TRE PARTITE - "Pensiamo solo a fare bene domani sera, poi penseremo al resto. Dobbiamo fare il meglio possibile, la classifica è corta davanti a noi ma anche dietro, non dobbiamo perdere energie mentali".

IBRAHIMOVIC - "Forse nemmeno lui sa quanti minuti ha nelle gambe. La sua condizione migliorerà giocando: ieri ha fatto un buon allenamento, spero di impiegarlo qualche minuto in più con la Lazio".
SECONDA TRASFERTA IN POCHI GIORNI - "Ci stiamo abituando a tutti questi impegni ravvicinati, so di avere una squadra pronta".

DIFFERENZE CON L'ANDATA - "Siamo una squadra diversa, sono cambiate tante cose. Dovremo essere compatti e lucidi nel capire i momenti della partita. La Lazio è una squadra completa, si gioca lo scudetto. Loro sono forti, ma anche noi abbiamo fiducia nei nostri mezzi".

ACCIACCHI - "Avere qualche difficoltà è normale in questo periodo, sarà importante l'allenamento di stasera e poi deciderò l'undici titolare".

LAZIO - "Grande soddisfazione il primo anno: era una Lazio speciale, giocavamo un calcio spettacolare, in un bell'ambiente pieno di entusiasmo e passione, con la delusione della finale di Coppa Italia. Poi mi è rimasta anche la delusione del secondo anno, poteva andare diversamente".

LEAO - "Può essere la sua grande occasione? Tutte le partite lo devono essere per ogni giocatore del Milan. Rafael sta facendo bene, preferisce giocare più fuori dall'area, più aperto: vedremo che scelta fare domani".

PAQUETA' - "Ancora titolare? Tutte le scelte che farò non saranno condizionate solo dalle prestazioni precedenti, serve una squadra fresca in ogni partita, quindi le valutazioni sono fatte a 360°".