139
Stefano Pioli, allenatore del Milan, parla in conferenza stampa alla vigilia del match fra i rossoneri e l’Atalanta.

IL 5-0 - "Dopo il famoso 5-0 a Bergamo è iniziato il nostro cammino con l'arrivo di Kjaer, Ibra e Saelemaekers. Domani è il compleanno di Ibra ma non è finito il suo percorso. Affrontiamo una grande del nostro campionato. L'abbiamo preparata con la giusta attenzione".

IL FUTURO DI IBRA - ​"Non so quanti anni possa ancora giocare, per il suo entusiasmo potrei anche dire che può giocare in eterno, con questa testa qui Zlatan va sopra qualsiasi difficoltà. Ha motivazioni e passione davvero incredibili. Mi piacerebbe regalargli la longevità, se potessi fargli un regalo gli allungherei la carriera più possibile. ​Con l'Atalanta, Zlatan non sarà dei convocati ma sta meglio, sfrutterà la sosta per stare meglio". 

SU KESSIE - ​"Se sono preoccupato dai suoi atteggiamenti? Non mi preoccupa perché gli atteggiamenti di Franck sono i migliori possibili, gli stessi che aveva nella passata stagione: lavoro, serietà, professionalità. È lo stesso giocatore dell'anno scorso, che non sia al 100% ci sta. È ancora un po' indietro nelle sue potenzialità, con le olimpiadi e l'infortunio ci sta che abbia perso qualcosina. Si sbaglia se si giudicano le prestazioni in base al contratto. Ci sono tanti giocatori in tante squadre che sono in scadenza, ma non c'è tutto questo clamore. C'è una trattativa, arriverà il momento delle decisione, negative o positive che siano. Non sono preoccupato. Quanto durerà la trattativa? Non sono io e non so dire quando ci sarà una conclusione e la tempistica. Se domani sarà titolare? Ho tre titolari, domani ne giocheranno due. Tonali e Isma stanno molto bene, Franck sta bene. Uno dei tre ci darà una mano a partita in corso".​

L'ATALANTA - ​"In questi anni l'Atalanta nelle prime partite non ha avuto il solito ritmo, ma poi inizia a macinare gioco. Ho visto con grande attenzione la partita contro l'Inter, è stata spettacolare. Domani sarà una partita da Champions, mi aspetto una partita in cui giocare pallone su pallone con tanta qualità".
SU BENNACER - "Se può fare il trequartista? ​Può giocare in quella posizione, può giocarci anche Franck. Domani avrò a disposizione per la prima volta anche Messias che può giocare sia lì che a destra. Un giocatore che ci può dare molte soddisfazioni perchè ha grande qualità". 

SU LEAO E REBIC - ​"Chi giocherà a sinistra quando saremo al completo? Sono entrambi titolari e si sentono titolari. Fanno bene, per me sono due grandissimi giocatori. Vedremo partita per partita. Leao ​è un giocatore più completo e maturo, ma sa che dovrà migliorare ancora tanto".

SU GIROUD - ​"Il problema alla schiena non è ancora passato del tutto, mi aspetto di averlo al 100% dopo la sosta".