43
Il Milan balla sulle punte, tra campo e mercato. Senza l'infortunato Zlatan Ibrahimovic (sempre destinato all'addio a fine stagione), l'allenatore rossonero Stefano Pioli è orientato ad adottare un sistema di gioco con un unico attaccante centrale nella trasferta di lunedì a Lecce. Ancora una volta nella formazione titolare Ante Rebic viene preferito a Rafael Leao, che parte dalla panchina.

L'UNDICI - Per il resto rientra Theo Hernandez a sinistra, con Conti sulla destra e la coppia centrale Kjaer-Romagnoli davanti a Donnarumma. Duarte e Musacchio sono ko, così le uniche alternative in difesa sono rappresentate da Gabbia, Calabria e Laxalt. Sulla mediana Kessie e Bennacer, più avanti Bonaventura trequartista in netto vantaggio su Paquetá. Sugli esterni Castillejo e Calhanoglu
REBIC - Tornando al centravanti, il nazionale croato vuole farsi perdonare l'espulsione contro la Juventus in Coppa Italia. Arrivato in prestito biennale fino a giugno 2021 dall'Eintracht Fraconforte in uno scambio alla pari con André Silva, Rebic sarà confermato in squadra anche con Rangnick, che sogna di ricomporre la premiata ditta con Jovic, reduce da una stagione deludente al Real Madrid. 

LEAO - La brutta prestazione di Torino è l'ultima di una lunga serie per il giovane portoghese, che ha dimostrato il proprio talento soltanto a sprazzi. Le doti tecniche e fisiche non gli mancano, ma pecca dal punto di vista del carattere e sotto l'aspetto della determinazione. Per soffiarlo alla concorrenza di Napoli e Roma, il Milan ha investito 24 milioni di euro più il cartellino di Djalo, passato al Lille. Ora Leao rischia di essere messo sul mercato.