95
Richarlison è un desiderio sempre più complicato per il Milan. Leonardo segue da tempo questo esterno offensivo capace di giocare anche più centrale, una vera pepita d'oro classe '97 già nel giro della Seleçao brasiliana e determinante in Premier League: l'investimento da 55 milioni dell'Everton si è rivelato azzeccato, comprarlo dal Watford è stato un capolavoro perché con la rete segnata al Manchester United, Richarlison ha toccato quota 13 gol con 2 assist in Premier, cui aggiungere un gol segnato in FA Cup, giocando in una squadra di medio-alto livello. Non è un caso se le condizioni di questa operazione diventano ormai proibitive per tanti club, il Milan è in contatto con il suo entourage ma ha capito le difficoltà dell'affare.

CIFRE E CHAMPIONS - L'Everton in questi giorni ha avuto un nuovo dialogo con gli agenti di Richarlison: il prezzo continua a salire e ad oggi è ritenuto incedibile di fronte ad offerte inferiori ai 75 milioni di euro, l'età e le prestazioni continuamente in crescita del brasiliano spingono la dirigenza a resistere anche perché convinti che un top club inglese possa anche sfondare il muro degli 80 milioni per corteggiare l'ex Fluminense. Costi importantissimi per il Milan che farà le sue valutazioni ma ad oggi non è andato oltre, la richiesta di Richarlison poi è di giocare a ogni costo la prossima Champions League altrimenti non andrà via dall'Everton; una sorta di obbligo imposto dal giocatore a fronte di un trasferimento perché in caso contrario rimarrebbe volentieri per un'altra stagione a Liverpool sponda Toffees. Insomma, il discorso Richarlison si complica gol dopo gol, milione dopo milione. E il Milan se vorrà entrare in corsa dovrà poter garantire la Champions League. Ma visto il prezzo fissato dall'Everton, potrebbe non bastare.