31
Un'idea che torna d'attualità in casa Milan, alla ricerca di profili nuovi per una stagione, quella prossima, che deve essere assolutamente quella del rilancio. Per rinforzare la propria difesa, la formazione rossonera ha in mente di farsi avanti col Marsiglia per il centrale classe 1994 Doria, in prestito fino a giugno al San Paolo.

BOCCIATO DA BIELSA - Un giocatore seguito dallo scorso anno e fortemente consigliato dall'ex tecnico Clarence Seedorf, che ci ha giocato insieme al Botafogo e ha avuto la possibilità di seguirne la crescita e apprezzarne le qualità tecniche e caratteriali. Un centrale di piede mancino di gran fisico, abile sulle palle alte e nell'uno contro uno, ma dotato anche della rapidità e della qualità necessarie per impostare l'azione dalle retrovie. Doti evidentemente non apprezzate a sufficienza da Marcelo Bielsa, che ha sempre incolpato la dirigenza del Marsiglia di averlo acquistato per 5 milioni di euro senza il suo assenso e che per questo motivo non lo ha mai impiegato.

IL PIANO DEL MILAN - A febbraio il ritorno in Brasile per non buttare via del tutto la stagione e per rilanciare le proprie quotazioni anche in ottica nazionale. Schierato due volte da titolare in Copa Libertadores contro Corinthians e Danubio, Doria può essere riscattato dal San Paolo la prossima estate, ma il Milan è pronto a farsi avanti mettendo sul piatto un'offerta vicina ai 5 milioni, gli stessi investiti solo qualche mese fa dal Marsiglia. Con Paletta e Rami come possibili partner nel prossimo campionato, la ricerca del "nuovo Thiago Silva" potrebbe essere finita in casa Milan.