29
Tra le priorità del Milan per il mercato di gennaio c'è anche un esterno per il 4-4-2 varato recentemente da Sinisa Mihajlovic, possibilmente con una certa propensione ad agire sulla fascia destra, viste le difficoltà palesate in questa posizione dai vari Honda, Cerci e Niang e che sul fronte opposto Giacomo Bonaventura è il padrone incontrastato. Il budget a disposizione dell'amministratore delegato Adriano Galliani sarà molto contenuto e sarà dedicato prevalentemente ad un centrocampista di qualità, ragion per cui il dirigente rossonero dovrà armarsi di ingenio per arrivare ad una soluzione compatibile sull'esterno dal punto di vista tecnico ed economico.

VECCHIO PALLINO - Una è di queste porta dritta all'esterno offensivo classe '87 del Sunderland Jeremain Lens, vecchio pallino del Milan dai tempi della sua militanza nel PSV Eindhoven, con cui ha segnato 43 gol in 138 partite. L'ex nazionale olandese, poi trasferitosi in Ucraina alla Dinamo Kiev, torna ad essere oggi un'occasione vera e propria perchè il suo rapporto con i Black Cats non è più idilliaco; da inizio stagione, ha disputato 12 presenze in Premier League, di cui solamente 9 da titolare e con 2 reti all'attivo, ma non rientra più nelle prime scelte del tecnico Allardyce da fine ottobre, quando scese in campo dal primo minuto per l'ultima volta nel derby col Newcastle. La situazione è precipitata nelle ultime settimane, con la decisione del club inglese di escluderlo dalla lista dei convocati in occasione dell'ultima gara col Chelsea per ragioni disciplinari e il calciatore non ha usato mezzi termini per commentare la situazione: "Non sono venuto in Premier per fare la riserva, a gennaio potrei andarmene".
ROTTURA COL SUNDERLAND - Sotto contratto fino a giugno 2020 e pagato poco meno di 12 milioni di euro per volontà dell'ex tecnico Advocaat, Lens non è stato giudicato incedibile dallo stesso Allardyce ("Se mi dirà di persona che se vuole andare e mi porterà un club con un'offerta concreta, ne possiamo parlare"), circostanza che sta facendo drizzare le antenne ai club alla ricerca di un profilo come il suo. Al di là di qualche limite dal punto di vista disciplinare, l'olandese è una di quella ali vecchia maniera che punta spesso e volentieri sull'uno contro uno e che vede la porta avversaria. Il Milan è alla ricerca di giocatori di qualità e con la personalità  necessaria per rischiare la giocata più sofisticata, al di fuori del solito Bonaventura. In questo momento i rossoneri possono mettere sul piatto un'offerta di prestito con diritto di riscatto e soltanto le prossime settimane potranno dire se un vecchio innamoramento mai del tutto sbocciato possa oggi diventare un matrimonio.

Andrea Distaso