19
Il primo big match della quinta giornata di Serie A vede il Genoa - reduce dal pareggio sofferto ottenuto contro il Verona nel Monday Night - ospitare al Ferraris l’Inter di Conte, che dopo la sconfitta nel derby e il pareggio in extremis contro il Borussia Moenchengladbach in Champions League deve ritrovare il successo. L'Inter ha vinto le ultime quattro sfide di Serie A contro il Genoa con un punteggio complessivo di 16-0 e si presenta a questo incontro da favorita. L’Inter risulta molto più aggressiva sia in fase offensiva (96% vs 92%) che difensiva (93% vs 88%), ma le due squadre si equivalgono in termini di efficienza nel pressing (89%). Inoltre dal punto di vista tecnico il divario tra le due squadre è del 2% a favore dei nerazzurri, mentre da quello atletico la forbice raggiunge il 6%, sempre a favore dei ragazzi di Conte. L'Inter non realizzava almeno 11 gol nelle prime quattro partite stagionali di Serie A dal 2013/14 mentre il Genoa non ha trovato il gol nelle ultime due partite di campionato; infatti, si affrontano la squadra che ha l’efficienza più alta (Inter, 96%) e quella col valore più basso (Genoa, 85%) in termini di 1vs1 offensivo. Sulla carta, questa è la partita perfetta per Lukaku e compagni per ritrovare la vittoria.




Nel posticipo della domenica, la Juventus affronta il Verona di Juric. La squadra bianconera non ha perso nessuno dei 29 precedenti casalinghi giocati in Serie A contro il Verona (25 vittorie e quattro pareggi) ed è andata a segno in tutte le ultime 14 gare di Serie A contro il Verona. Dall’altra parte, il Verona è la squadra che aspetta da più turni il successo esterno in Serie A tra quelle attualmente nella competizione (12: 7N, 5P). I campioni d’Italia nell’ultima partita hanno confermato il trend che vede la squadra di Pirlo la più efficiente sul piano atletico (IEF 91,8%) che non tecnico (89,6%), con soltanto due giocatori (Morata e Kulusevski) ad aver sviluppato un indice di efficienza tecnica in linea con i Top Serie A (record negativo per la Vecchia Signora). Il Verona è invece la seconda squadra che nel Post Lockdown ha fatto registrare i miglioramenti più rilevanti (IET +1,4%, IEF +1,6%), alle spalle del solo Milan capolista. Attenzione all’assenza pesante in casa bianconera: infatti nelle 13 partite giocate in Serie A senza Cristiano Ronaldo, dall’arrivo del portoghese nel 2018/19, la Juventus ha registrato una percentuale di vittorie del 54%, media che sale al 73% con lui in campo.


Posticipo del lunedì di fuoco in questa giornata con Il Milan che cerca la conferma in campionato dopo un avvio strepitoso. A San Siro è attesa la Roma che è la squadra contro cui il Milan ha vinto più volte in Serie A (75 successi rossoneri in 170 sfide). Il Milan è l’unica squadra a punteggio pieno in questo campionato mentre la Roma ha vinto solamente una delle ultime otto trasferte di Serie A disputate in Lombardia (4N, 3P), proprio la più recente, 3-0 contro il Brescia lo scorso luglio. Entrambe le formazioni si presentano in un ottimo stato di forma, con i rossoneri leggermente in vantaggio sia sotto il profilo tecnico (+1,4%) che fisico (+1,9%). In questa sfida, emerge il duello tra i bomber: Zlatan Ibrahimovic (IET 98% ed MVP della quarta giornata, punto di forza K-Solution, 99%) ed Edin Dzeko (IET 96%, punto di forza K-Movement, 97%). Lo svedese è il giocatore che ha realizzato più marcature multiple in Serie A da inizio luglio: quattro, due delle quali nelle due presenze più recenti nella competizione. Mentre Dzeko è reduce dalla doppietta messa a segno contro il Benevento. Il Milan riuscirà a mantenere la vetta?