402
Milan

Maignan 5,5:
torna in campo dopo poco più di un mese dall'operazione ed è una buona notizia per il Milan. Mostra qualche incertezze in un paio di interventi e non è perfetto sul terzo gol di Berardi. 

Florenzi 5: poco dinamico, resta rintanato nella sua metà campo. Va in apnea con la rapidità degli attaccanti del Sassuolo.

Kjær 6,5: lotta come un leone su ogni pallone, è l'ultimo ad alzare la bandiera bianca. 

Romagnoli 5: il gol di testa l'unica magra consolazione di un pomeriggio da dimenticare rapidamente. Perde tutti i duelli con Scamacca, si fa saltare come un birillo da Berardi in occasione del gol che chiude la pratica. L'espulsione per fallo da ultimo uomo su Defrel conferma i limiti evidenti quando si tratta di difendere a campo aperto. 

Hernández 5,5: tocca tantissimi palloni, spinge molto ma non riesce mai ad incidere. Sbaglia sempre l'ultimo passaggio. 

Bennacer 5: inizia con il piglio giusto la partita, con intensità e buona visione di gioco. Poi perde la bussola e lascia delle praterie a Frattesi. Nervoso (dal 15' st Tonali 6: prova a dare una scossa ma predica nel deserto)

Bakayoko 5: si presente subito con un recupero palla nella metà campo avversaria e una conclusione pericolosa di poco a lato. Mera illusione per il francese che perde il pallone che porta al pareggio del Sassuolo. Da quel momento esce dalla partita ( dal 1' st Kessie 4,5: per l'ivoriano Natale è arrivato in anticipo e concede un regalo al Sassuolo che ringrazia e chiude la partita. Non contento sbaglia l'impossibile fino al fischio finale)

Saelemaekers 6: l'impegno non manca mai, corre per due e si sacrifica per la squadra. Ma per la qualità ripassare un'altra volta (dal 35' st Kalulu)

Díaz 5,5: non è ancora brillante come a inizio stagione, fatica a trovare le distanze giuste con Ibrahimovic. (Dal 1' st Messias 5,5: impegna Consigli con un sinistro sul primo palo. Unico lampo in una frazione di gara dove si vede poco)

Leão 5: per un pomeriggio torna il Rafael indolente e egoista. Prova delle giocate fine a se stesse anche in situazioni potenzialmente interessanti per i suoi. 

Ibrahimović 5,5: soffre la linea altissima della difesa del Sassuolo e nel primo tempo è quasi sempre in fuorigioco. Leggermente qualcosa in più nella ripresa senza brillare. 

Pioli 5: 7 gol subiti e 0 punti nelle ultime due partite sono un campanello d'allarme importante. Non paga la scelta di rivoluzione totalmente la mediana contro una squadra organizzata come il Sassuolo.
SASSUOLO

Consigli 6,5: sempre attento nelle uscite, si esalta sul fendente di Messias.

 Müldür 6,5: buon piede e ottima corsa, lascia un'ottima impressione alla Scala del calcio.

Ayhan 7: superbo nella gestione della linea difensiva, sempre preciso anche in fase d'impostazione. Gran partita del centrale turco.

 Ferrari 7: prestazione da leader assoluto, praticamente perfetto in ogni intervento.

Kyriakopoulos 6,5: spinge tanto e lo fa con intensità e tempi giusti. 

Matheus 6: gioca a due tocchi e lo fa con ottima pulizia di gioco. Ma ha meno personalità rispetto ai compagni di reparto.(dal 35' st Toljan),

Frattesi 7: motorino inesauribile, le sue accelerazioni mandano in tilt il Milan. Tra i centrocampisti più in forma del campionato.(dal 35' st Harroui);

Berardi 7: quando vede il Milan si traveste da super eroe. Al decimo gol contro i rossoneri. (dall'35 st Traore),

Maxime Lopez 6,5: qualità e quantità per l'ex Marsiglia. 

Raspadori 6: un po' in ombra ma si toglie la soddisfazione dell'assist per il gol di Berardi. 

 Scamacca 7: primo tempo spaziale per l'unger 21 azzurro. Realizza un gol strepitoso con un bolide che lascia di stucco Maignan, propizia anche l'autorete di Kjaer.(dal 13' st Defrel 6,5: con la sua velocità riesce a sfruttare gli spazi e provoca l'espulsione di Romagnoli).

All. Dionisi 7,5: prepara alla grande la partita e vince il duello contro il più esperto Pioli. Perfetto anche nella gestione dei cambi.