290
Donnarumma G. 6: reattivo nel primo tempo su una conclusione ravvicinata di Boga, incolpevole sui due gol subiti. 

Calabria 6: torna in campo dopo un mese e non sfigura. (dal 40' st Kalulu s.v)

Kjær 5: perde la marcatura su Raspadori, un errore capitale ai fini del risultato finale. 

Tomori 5: aveva mostrato qualche segnale di cedimento domenica scorsa contro il Genoa e anche oggi non è perfetto in marcatura. Raspadori lo beffa con troppa facilità in occasione della rete del successo.

Dalot 6: gioca un'ottimo primo tempo in fase di spinta, scende di tono nella ripresa. 

Meïte 5: Pioli lo schiera quasi a sorpresa e l'ex Torino non ripaga la fiducia. Poco disciplinato dal punto di vista tattico, sbaglia molto anche in fase di uscita. Nel finale non oppone alcune resistenza e il Sassuolo riesce a superare la prima linea di pressing con estrema semplicità.  (Dal 40' st Diaz s.v)

Kessie 5,5: poche idee e spesso anche confuse per il centrocampista ivoriano. Per la prima volta va in sofferenza con il ritmo imposto dalla mediana avversaria. 

Saelemaekers 6: tra i più vivaci del Milan: suo l'assist per il gol di Calhanoglu. (Dal 40' st Castillejo s.v)

Çalhanoğlu 6,5: il migliore dei suoi: apre il compasso e spedisce nell'angolo lontano per l'illusorio vantaggio rossonero. Non al meglio per via di un pestone, dà l'anima in campo,   (dal 27' st Krunic 5: non si vede mai)

Rebić 6: Marlon è rapido e gli toglie spesso lo spazio per andare in profondità. Non si dà per vinto e si muove molto per non dare punti di riferimento alla difesa avversaria.           (dal 27' st Mandzukic 5,5: prova a lottare ma la condizione non è ancora ottimale)

Leão 4,5: Rafael, cosi non va proprio. Sbaglia l'impossibile nelle scelte e nelle conclusioni a rete, aiuta poco la squadra in fase di non possesso. 

All. Pioli 5: Questa volta sbaglia completamente la lettura della partita con il cambio Krunic-Calhanoglu che ha portato il Milan a consegnarsi in mano al Sassuolo. Sorprende la terza partita senza minuti di Hauge dopo il gol fondamentale messo a segno contro la Sampdoria. 

Sassuolo

 Consigli 6,5: due ottime risposte sulle conclusioni potenti di Calhanoglu e Saelemaekers. 

Muldur 5,5: concede troppa libertà a Calhanoglu che ringrazia e mette dentro a giro da posizione angolata. Questo pomeriggio è parso l'anello debole della difesa.(dal 19' st Toljan 6,5: entra in campo con personalità e qualità: sua l'assistenza per il secondo gol di Raspadori)

Marlon 7: rapido e attento sia su Rebic che su Leao. Tra i migliori in campo per distacco. 

Ferrari 7: lucido nelle situazioni più intricate, non butta mai il pallone e si fa valere sul gioco aereo. 

Kyriakopoulos 7: chiude una diagonale perfetta su Saelemaekers lanciato a rete, ha anche un discreto piede al cross. 

Obiang 6,5: grande ritmo, alza il pressing e va sempre in raddoppio su Kessie. Partita molto importante per l'ex Samp.(dal 26'stLopez 6: ottime geometrie nel momento di maggiore pressing della squadra)

Locatelli 7: regia lucida, si prende una rivincita contro chi non ha puntato su di lui in passato. 

Berardi 6,5: viene spesso murato al momento della conclusione,ma è sempre una spina nel fianco per la difesa del Milan. 

Djuricic 5,5. combina poco sulla trequarti. (dal 18' st Traorè 6,5: molto meglio rispetto al compagno, si muove alla spalle di Meite facendo male al Milan)

Boga 6: si innamora del pallone e non la passa quasi mai. Ma quando parte in velocità dà sempre l'impressione di poter fare male. (dal 38' st Haraslin s.v)

Defrel 6: un paio di conclusioni velenose da fuori, tanta corsa su tutto il fronte d'attacco. (dal 19' st Raspadori 8: il pomeriggio da sogno per il talento azzurro: una doppietta in meno di 30 minuti con due zampate da attaccante vero).

De Zerbi 7: la sua squadra va a San Siro a fare la partita. Grande reazione d'orgoglio nel secondo tempo.