90
"Non giochiamo le coppe e 27 giocatori in rosa sono tanti. Per comprare, bisogna prima vendere", così Adriano Galliani, meno di un mese fa, faceva chiarezza sul mercato del Milan. Prima di piazzare un altro colpo, dunque, l'ad rossonero dovrà lavorare in uscita. Saponara e Niang dovrebbero partire in prestito, mentre sembra difficile trovare una sistemazione definitiva a giocatori in esubero come Agazzi e Zaccardo. Pazzini piace in Premier League ma, ora come ora, il giocatore che stuzzica di più l'interesse dei grandi club europei è Nigel de Jong.

VAN GAAL-HUNTELAAR - Il contratto del centrocampista olandese scade il prossimo giugno e, al momento, manca l'accordo con il Milan per il rinnovo. Il Manchester United di van Gaal, suo ultimo CT in Nazionale, continua a seguirlo e, entro la fine di gennaio, potrebbe fare un'offerta per strapparlo ai rossoneri. Stesso discorso per lo Schalke 04. I tedeschi lo conoscono bene, visto il suo passato in Bundesliga con la maglia dell'Amburgo. Roberto Di Matteo vede in lui il profilo giusto da affiancare ad Aogo nel suo 4-2-3-1. In Germania De Jong troverebbe Klaas-Jan Huntelaar. L'attaccante è uno dei suoi primi sponsor: "Ho consigliato de Jong a general manager Horst Heldt".
EREDE SPAGNOLO - Se dovesse arrivare la giusta offerta, non è escluso che il Milan si possa privare del suo Pitbull. De Jong in rossonero guadagna 3,5 milioni di euro a stagione, una cifra piuttosto alta per i nuovi standard societari. Al pari di Montolivo, il 30enne ex Manchester City è il secondo giocatore più pagato (davanti a loro sono a Mexes con 4 milioni). Con i soldi incassatti da un'ipotetica cessione, Galliani potrebbe tornare alla carica sul mercato. Mario Suarez (27) sembra essere l'erede designato dell'olandese. Oltre al centrocampista spagnolo dell'Atletico Madrid, i dirigenti del Milan non perdono di vista il basco Asier Illarramendi (24, Real Madrid) e l'argentino Matias Kranevitter (21, River Plate).