8
L'ex allenatore del Milan, Fabio Capello applaude l'attuale tecnico rossonero Stefano Pioli in un'intervista alla Gazzetta dello Sport: "Il rinnovo del suo contratto è meritato, anzi strameritato. Per il lavoro fatto, per la crescita esponenziale della squadra e dei giovani, per il feeling che è stato capace di creare con la società e con i giocatori. E’ un aspetto determinante, che incide nei risultati: con lui tutti si sentono coinvolti. Ovviamente prioritario è il lavoro tecnico-tattico che ha fatto, un lavoro davvero molto importante". 

"Mi piace sottolineare la sua bravura nel crescere i giovani, senza mettere loro pressione. Esempio: anche quando hanno sbagliato, lui ha rinnovato la fiducia concedendo una nuova chance. La maturazione è evidente in tutti i ragazzi che stanno giocando, tutti con lui sono migliorati. Kalulu è uno degli esempi più recenti ma non è certo il solo. Leao con Pioli ha trovato continuità e ha capito cosa esattamente deve fare in campo, nella conquista della nazionale francese da parte di Theo Hernandez c’è sempre anche il merito dell’allenatore che lo ha cresciuto fino a fargli esprimere al meglio le proprie potenzialità. Vale anche per Brahim Diaz, in cui allenatore e società hanno avuto fiducia, così come per Tonali: dopo una stagione non all’altezza hanno avuto il coraggio di confermarlo capendo le qualità che avrebbe potuto manifestare".
"Pioli ha sempre fatto bene dove ha lavorato, valorizzando i giocatori che aveva a disposizione e facendo giocare bene le sue squadre. Ora che ha creato questo gruppo deve puntare in alto, avere questa ambizione. E’ in una posizione diversa dal solito: ormai lui e il Milan non possono più nascondersi".