17
Si riapre all'improvviso la pista che porta Mattia Perin verso il Milan. Secondo Il Secolo XIX, la quarta sconfitta consecutiva del Genoa ha lasciato il segno e condurrà all'ennesima rivoluzione tecnica di Preziosi nella prossima estate. A incidere sul momento no anche la pessima situazione economica del club ligure, strettamente connessa a quella della Giochi Preziosi del patron rossoblù. 

CONTI IN ROSSO - Lo scorso anno, il Genoa chiuse il bilancio con un passivo vicino ai 15 milioni di euro e il suo rosso continua a pesare parecchio anche sulle finanze del marchio dei giocatolli di proprietà dell'imprenditore napoletano, fortemente esposta nei confronti di alcuni importanti istituti di credito, come riportato nei giorni scorsi dal sito Dagospia. Da qui, l'esigenza di sacrificare un paio di pezzi pregiati della rosa di Gasperini per fare cassa e finanziare la campagna acquisti del prossimo campionato.

PIACE ANCHE BERTOLACCI - I principali indiziati a fare le valigie sono Alberto Gilardino e il numero 1 classe 1992 Perin, autore di un campionato al di sopra delle aspettative e da tempo nel mirino del Milan. Legato al Grifone fino a giugno 2017 e con una valutazione intorno ai 10 milioni di euro, il prodotto del settore giovanile rossoblù può entrare in una trattativa che coinvolgerà alcuni rossoneri in esubero. Galliani è pronto a mettere sul piatto uno tra Cristante e Saponara, oltre al portiere Micheal Agazzi (oggi al Chievo ma sicuro milanista a giugno) per mettere le mani sul portiere del Genoa e sul centrocampista classe 1991 Andrea Bertolacci, che però è ancora in comproprietà con la Roma.