284
Semplicemente insostituibile.  Kessie ha chiuso la stagione inanellando record su record: nel Milan nessuno ha giocato più di lui (4171 minuti, segue Theo Hernandez a 3935’), nessun centrocampista ha segnato più gol (14), nessuno ha totalizzato più partite di lui partendo dall'inizio (38). Franck ha riportato il club rossonero in Champions League con la doppietta segnata a Bergamo contro l’Atalanta, punto esclamativo in un’annata che ha visto la sua definitiva consacrazione a top player.

Ascolta "Milan, svolta vicina per il rinnovo di Kessie: cifre e dettagli" su Spreaker.

LEADER DA BLINDARE- Attacca  e difende, difende e attacca. Senza fermarsi un attimo. Quando gioca il Milan si ha sempre l’impressione di vedere due Kessie in campo. Leader silenzioso ma riconosciuto da compagni e allenatore. E anche dalla dirigenza che ha tutta l’intenzione di blindarlo per Il futuro. Il rinnovo del centrocampista ivoriano per il Milan è una priorità assoluta, l’idea è quella di premiare l’ex Atalanta anche dal punto di vista economico. Franck ha richieste da Spagna, Francia e Inghilterra ma al Milan sta bene e attende fiducioso l’offerta giusta per rinnovare il contratti in scadenza nel 2022.

I DETTAGLI DELLA TRATTATIVA- Il Milan aveva messo sul piatto come prima mossa un contratto quinquennale (fino al 2026) da 3,5 milioni all’anno più bonus per arrivare a 4 rispetto ai 2,2 milioni percepiti attualmente. Un ritocco importante ma non ancora soddisfacente per Kessie e il suo entourage che si aspettano uno sforzo maggiore in relazione alla crescita mostrata negli ultimi due anni. Franck chiede 5 milioni, la distanza esiste ma può essere colmata. Maldini e Massara, dopo aver perso Donnarumma, non vogliono correre nessun rischio con Kessie. Il futuro del Presidente sarà al Milan, attesi sviluppi a stretto giro di posta..