374
Milan

Maignan 6
: raccoglie due volte il pallone dal fondo della rete ma non ha particolari responsabilità. Molto prezioso con la sua capacità di trovate le punte con il lancio lungo.

Calabria 7: generosità straordinaria per il capitano rossonero.  Quando attacca lo fa sempre con tempi giusti e grande forza, trova l'assist per il gol del 2-1 che cambia la partita. 

Kalulu 7: nel primo tempo salva la squadra con un intervento straordinario su Deulofeu lanciato a rete. Sbroglia tutte le situazioni di pericolo con una nuova consapevolezza. In fiducia. 

Tomori 6: festeggia il fresco rinnovo del contratto con un successo bello e importate. Non è ancora al top della condizione. 

Theo Hernandez 7: il primo gol della serie A è il suo con una esecuzione perfetta dagli undici metri. Il francese si rende protagonista di una grande partita anche a livello difensivo. 

Krunic 5,5: poco preciso in fase di impostazione e spesso in ritardo anche in fase di rottura dell'azione avversario. (dal 39' st Pobega s.v)

Bennacer 6,5: sempre nel vivo del gioco con lucidità, una buona prova per il centrocampista algerino. 

Messias 5,5: non segue il taglio di Masina che ringrazia e fa il 2-2 che mette i brividi a San Siro. Tanti, troppi errori anche quando è chiamato a rifinire. Da rivedere. (dal 25' st Saelemaekers 6: sicuramente più rapido e verticale rispetto a Messias, crea qualche fastidio alla difesa dell'Udinese. 

Brahim Diaz 7,5: pungolato dall'arrivo di De Ketelaere, lo spagnolo si presenta tirato a lucido sia dal punto di vista fisico e mentale. Determina il risultato finale entrando in tutte e quattro le azioni che portano ai gol con una aggressività da mediano nel recuperare per due volte dei palloni persi e con la tecnica di un vero numero 10. Un gol e un assist per quella in una delle sue migliori gare da quando veste il rossonero. (dal 25' st De Ketelaere 6: un buon esordio per il talento belga che gioca spesso di prima e si muove bene tra le linee)

Leao 5: nel primo tempo sembra quasi litigare con la palla, totalmente fuori dal gioco. Qualche segnale nella ripresa ma nemmeno il cugino lontano del fenomeno ammirato nella scorsa stagione. (dal 39' st Origi s.v)

Rebic 7,5: i segnali c'erano già stati nel precampionato, ora si è avuta la conferma: è un Ante diverso quello che ha approcciato la nuova stagione. Due gol e tanto lavoro per la squadra. Letale. (dal 25' st Giroud 5,5: nel finale poteva servire Leao solo davanti al portiere, un peccato non eccezionale visto il risultato già acquisito)

All. Pioli 7: Buona la prima, schiera l'undici migliore secondo la condizione fisica della rosa a disposizione. 
Udinese

Silvestri 5,5:
qualche uscita incerta ma non può nulla sui quattro gol messi a segno dal Milan. 

Becao 6: un vero incubo per il Milan che si materializza appena 180 secondi dopo il fischio d'inizio: realizza un altro gol contro i rossoneri. Si fa trovare spesso in area avversaria, prova tutto sommato positiva. 

Nehuen Perez 5,5: si fa apprezzare negli uno contro uno, meno attento in marcatura nella sua area di rigore.  (dal 20' st Ebosse 6: discreto esordio in serie A per il terzino arrivato dall'Angers)

Nuytinck 5: non riesce ad arginare la forza di Rebic che gli scappa via in troppe occasioni. 

Soppy 5: ha un cliente molto complicato come Theo Hernandez che spesso lo sorprende. Causa il calcio di rigore con un intervento in ritardo su Calabria. 

Pereyra 4,5: si fa soffiare il pallone da Diaz nella sua area di rigore, un errore che determina il risultato finale. 

Walace 6: molto solido sia in fase di interdizione che quando è chiamato ad alzare il baricentro della mediana bianconera. (dal 30' st Lovric s.v)

Makengo 6:
tra gli ultimi ad arrendersi, corre tanto e si sacrifica per la squadra.  (dal 30' st Samardzic s.v)

 Masina 5:
realizza il gol della speranza al 48' st del primo tempo con un ottimo inserimento ma rovina tutto con l'intervento maldestro che consegna il pallone a Diaz a pochi metri della riga di porta. (dal 37' st Ebosele s.v)

Deulofeu 6,5: il vero uomo in più dell'Udinese. Trova l'assist per Becao, da solo riesce ad impegnare l'intera difesa rossonera. 

Success 5,5: tanto fumo e poco arrosto per l'attaccante nigeriano. (dal 20' st Beto 6: la vera notizia per l'Udinese è rivederlo in campi dopo la lunga assenza)

All. Sottil 6:
prepara bene la partita sorprendendo il Milan. Poi i diversi valori delle due squadre sono emersi alla distanza.