164
Chiamatela  la settimana  di Vincenzo Montella. Sette giorni e tre impegni per rimanere al timone del Milan. La società si aspetta 6 punti nelle sfide ravvicinate contro Genoa e Chievo Verona e un buon risultato con la Juventus. In caso di mancato raggiungimento della vittoria contro i liguri, il destino per l'ex Fiorentina sarebbe segnato. 

LA LISTA - Una premessa è d'obbligo: l'idea di Fassone e Mirabelli sarebbe quella di arrivare a fine stagione con Montella per poi far partire l'assalto ad Antonio Conte, in rotta di collisione con il Chelsea. L'eventuale esonero del tecnico campano sarebbe un bagno di sangue dal punto di vista economico, visto l'ingaggio da 3 milioni netti a stagione fino al 2019. Il tempo però stringe, non ammette altri passi falsi e lo scenario di un addio anticipato non è da escludere. Ecco perchè spuntano i nomi per l'eventuale sostituzione, come quello di Cesare Prandelli. Una candidatura da tenere in considerazione, anche se non così forte al momento.

TRA SOUSA E TUCHEL - In lista restano Paulo Sousa e Thomas Tuchel. Entrambi sul mercato e pronti a dire sì fin da subito. La soluzione interna porta alla promozione in prima squadra di Rino Gattuso, con la funzione di traghettarore fino a fine stagione. Perchè cambiare in corsa potrebbe essere necessario, ma andrebbe a cambiare il piano rossonero per convincere Antonio Conte a giugno. E' l'ex ct della Nazionale l'uomo giusto per Fassone, colui in grado di far partire la rinascita del Milan, per davvero.