3
Marco Simone, ex attaccante rossonero, è intervenuto a Milannews.it, spiegando: "Rinnovo di Ibra? Ci sta, non mi sorprende. La scossa e l'energia che ha dato Ibra al gruppo è sotto gli occhi di tutti, quindi era giusto investire sulla personalità di Ibra anche questa stagione, in cui si è riusciti ad arrivare ad Europa. Quindi, in proiezione dell'anno prossimo, Zlatan può giocare anche un altro anno, per le prestazioni che sta offrendo da gennaio in avanti. Non mi sorprenderei nemmeno se rimanesse fino al 2023, magari anche non giocando e come supporto tecnico. E' relativo uno o due anni, è importante pensare che potrebbe continuare in questo progetto. Secondo me non sarebbe una pazzia, avrebbe un senso. Agli attaccanti si chiede di essere performanti e di fare gol, non ci si focalizza sull'età. Se Ibrahimovic non facesse gol e facesse fatica nell'impatto fisico con il campionato, allora dovrebbe smettere. Per quello che fa, non bisogna guardare troppo all'età. Chiaramente, a 39 anni le cose possono cambiare improvvisamente anche nell'arco di 6 mesi. Ibra, però, fa vita da atleta ed è riuscito ad uscire a 35 anni dalla rottura di un crociato. Probabilmente 9 giocatori su 10 avrebbero smesso di giocare".