8
Flavio Roma, ex portiere del Milan, racconta, a IlPosticipo.it, la sua esperienza in rossonero: "Ero al Monaco da tanti anni e avevo voglia di rivivere il campionato italiano, quel professionismo che in Francia un po’ mancava: era l’aspetto che mi piaceva di meno della Ligue 1. Perciò ne ho approfittato, mi è capitata l’offerta del Milan, c’era un gruppo stratosferico e non potevo rifiutare quella proposta". E nella sua esperienza ha assistito alla risa tra Ibrahimovic e Onyewu. 

LA RISSA - "Noi portieri ci stavamo allenando a parte e non sappiamo come è andata tra loro. Ci siamo girati quando abbiamo sentito il brusio dei compagni e abbiamo visto Ibra e Onyewu accartocciati mentre qualcuno cercava di dividerli. Non so cosa sia successo per essere arrivati a quel punto. Ce lo siamo chiesti anche noi: è difficile che capitino queste cose tra professionisti e compagni di squadra. Arrivare a picchiarsi in campo è stata una cosa estrema per certi versi. Non abbiamo ancora una spiegazione di quella rissa". 

SU IBRA - "Ibrahimovic come calciatore è un campione. Io l’ho apprezzato anche come compagno di squadra, mi sono trovato bene con lui nello spogliatoio anche se facevo parte di quel gruppo che giocava meno. Con Ibra ci prendevamo in giro, eravamo seduti in fondo al pullman: scherzavamo, ma sempre col massimo rispetto. Le uscite da fenomeno fanno parte del suo carattere. Ibra è divertentissimo coi suoi compagni".