200
MILAN

Maignan 6:
il Venezia crea poco in fase offensiva e non arriva al tiro: per il portiere francese una serata di ordinaria amministrazione.

Kalulu 7: quando parte palla al piede crea sempre i presupposti per un'azione pericolosa. Va vicinissimo al gol nel promo tempo con un piattone che sibila a pochi centimetri dal palo lontano. Una prova, la sua, molto positiva e un chiaro segnale di come possa essere una risorsa preziosa per la squadra.

Gabbia 6: si preoccupa della marcatura di Forte al quale non concede lo spazio per girarsi e puntare la porta. Non sempre pulito negli interventi. (dal 14' st Tomori 6,5: si guadagna subito l'ovazione dei suoi tifosi per una diagonale perfetta a chiudere una pericolosa azione di Henry in contropiede. Un'autentica sicurezza per i compagni di squadra)

Romagnoli 6,5: sempre sul pezzo, ottima una chiusura nei primi minuti della ripresa su Forte. E' un titolare aggiunto, oltre che il capitano, di questa squadra. 

Ballo-Toure 5,5: tanta volontà alla sua prima da titolare in serie A ma anche diversi errori tecnici e di posizione. Da rivedere.(dal 14' st Hernandez 7,5: impatto devastante sulla partita: serve un pallone solo da spingere in rete all'amico Brahim, chiude con un missile di sinistro una  grande azione corale del Milan per il suo primo centro stagionale.)


Bennacer 6,5: inizia come un diesel, cercando l'intesa con Tonali. Nella seconda frazione le sue geometrie cambiano velocità al gioco rossonero. Splendida l'apertura su Theo Hernandez in occasione del gol del vantaggio.

Tonali 6,5: macina chilometri, taglia e cuce con intelligenza e grande forza fisica. Impressiona per la voglia di essere protagonista dal primo all'ultimo minuto. 

Florenzi 5,5: si accende a sprazzi, forse non completamente a suo agio nel ruolo di esterno alto. Va vicino al gol di testa alla mezzora. Può fare di più. (dal 14' st Saelemaekers 7: il suo ingresso cambia faccia al Milan e alla partita. Entra molto dentro il campo e si concede un paio di slalom giganti degni del miglior Tomba. Una gemma l'assist per Hernandez dopo essersi liberato di un avversario con il tunnel)

Diaz 7: le qualità tecniche erano ben note a molti, ora sorprende per la capacità di stare sempre dentro la partita. Si divora un gol facile, alza la testa e va subito a chiudere sul cross di Theo per la sua terza marcatura stagionale, la seconda in campionato. E sono sempre gol da 3 punti.  (dal 35' st Kessie s.v)

Leao, 6,5: quando parte palla piede Ebuehi si fa il segno della croce. Alterna delle giocate strappa applausi ad alcune fine a se stesse. A volte gli manca la giusta sintesi per diventare un vero e proprio top player. 

Rebic 6: meno appariscente rispetto alle ultime uscite ma comunque prezioso per la squadra con il suo movimento su tutto il fronte offensivo. (dal 28' st Pellegri 6: primi minuti rossoneri positivi per il talentuoso attaccante arrivato dal Monaco)

All. Pioli 6,5: adotta un massiccio turnover, il mirino è puntato sopratutto alla sfida di Champions League contro l'Atletico Madrid. Ottima gestione della rosa in un momento di emergenza per via dei tanti infortunati.
Venezia 

Maenpaa 6:  si esalta su un bolide di Salemaekers, nulla può sulle due marcature del Milan.

Ebuehi 5: tradito forse da un pizzico di emozione, ma non riesce mai a vincere un duello con Leao. Praticamente nulla in fase offensiva.  (dal 28' st Mazzocchi 5,5: leggermente meglio rispetto al compagno di reparto.)
 
Caldara 5,5: ci teneva a fare bene davanti ai suoi vecchi compagni e per 35 minuti riesce anche nel suo progetto iniziale. Viene travolto nella seconda frazione quando il Milan cambia marcia. 

Ceccaroni 6: un paio di anticipi fatti con i tempi giusti, la sensazione di poterci stare a questi livelli. Difensore interessante.

Molinaro 5,5: fa quel che può nella prima frazione di gara affidandosi a tutta la sua esperienza. Fa molta fatica con l'ingresso di Saelemaekers che lo punta e lo salta praticamente sempre. 

Peretz 6: prestazione ordinata, senza infamia e senza lode.(dall'8 st Crnigoj 5,5: entra nel momento peggiore della partita per i suoi)

Vacca 6,5: prova di grande personalità per un ragazzo che si affaccia nella massima serie dopo tanta gavetta. Detta i tempi della manovra con lucidità e buona qualità. (dal 35' st Tessman s.v)

Busio 6: ottima corsa, qualche spunto interessante per il giovane talento italo-americano.

Aramu 6: Zanetti gli chiede il cambio di passo e ci riesce spesso nei primi 45 minuti. 

Forte 5,5: prova a farsi sentire sul gioco aereo ma è una serata difficile contro Romagnoli e Gabbia. Acerbo.(dall'8 st Henry 6: ha fisico e buoni fondamentali: ci prova con una rovesciata nel finale)

Johnsen 5,5: è sicuramente il più attivo nell'attacco dei veneti. Buon cambio di passo, attacca bene gli spazi ma concede troppo campo alle avanzate di Kalulu. (dal 28' st Okereke 5,5: si vede poco)

All: Zanetti 6: prepara bene la partita e nel primo tempo imbriglia le fonti di gioco rossonere.