173
Sembra di essere a Fantasyland, uno dei regni magici di Walt Disney. Fugaci apparizioni di Giampaolo, budget che crescono improvvisamente, giocatori che sembrano un obbiettivo concreto. Poi si va a verificare e nulla si è ancora mosso.

Quando finalmente Ivan Gazidis avrà trovato il nuovo direttore sportivo, solo allora le riunioni interlocutorie lasceranno spazio a summit di mercato più fattivi e decisivi, sia per quanto concerne le entrate che le uscite, utili per plusvalenze e tesoretti.

Oggi il giocatore più vicino al Milan pare Sensi del Sassuolo,che diventerebbe il regista davanti alla difesa. Difficile invece acquisire Praet della Sampdoria, mentre il presidente Ferrero è disposto a cedere Joachim Andersen, ma a una cifra troppo onerosa per le casse del Milan, 35 milioni di euro. Troppi per il Club rossonero, disposto a salire non oltre i 25 milioni.

Altre voci concrete, in questo momento, devono essere archiviate come voci o ipotesi o sogni. Intanto dalla Spagna è nato un rumor circa un'offerta dell'Atletico Madrid, pronto a versare quaranta milioni per Suso. Se fosse vera, i dirigenti di Via Aldo Rossi prenderebbero sicuramente in seria considerazione la proposta dei madrileni, soprattutto per la difficile collocazione tattica dello spagnolo in un probabile 4-3-1-2 proposto da Giampaolo. Suso non ha mai gradito giocare centrale dietro le due punte ne' come seconda punta.Insomma potrebbe essere lui il giocatore da sacrificare per rimpinguare le casse del Milan.

Siamo alla vigilia di una settimana importante per riempire le ultime caselle. A dire il vero, non è la prima volta che ricorriamo a queste parole di... speranza. A meno di un mese dal raduno, comunque serve una definitiva accelerazione con vuoti riempiti, notizie, idee e strategie. L'otto luglio è già troppo vicino!