338
Si comincia! Dopo i due primi acquisti questa è la settimana della chiusura di Ismael Bennacer, che arriverò martedì a Milano,per poi effettuare le visite mediche e firmare il contratto che lo lega al Milan. Giorno importante il 23 luglio perché si mormora che possa essere la data giusta per i primi seri contatti tra Atletico Madrid e il Club di Via Aldo Rossi per il trasferimento di Angel Correa in maglia rossonera. Grazie anche ai buoni uffici di Jorge Mendes, la mega operazione è partita sabato sera quando Andrè Silva ha lasciato Boston ,sede americana del Milan, per ritornare in Europa. La sua nuova destinazione è il  Monaco, che verserà  30 milioni nelle casse del Milan, con una plusvalenza di circa 9 milioni di euro, più un forte risparmio sui costi di ingaggio. Una operazione sontuosa che potrebbe permettere al Club milanista di evitare altre cessioni dolorose di giocatori di primo piano.

Infatti Paolo Maldini  e Zvonimir Boban cercheranno di pagare Correa non più di 40 /45 milioni contro i 50/55 chiesti dalla Società madrilena, che vuole rientrare dopo gli acquisti di Joao Felix, di Trippier e probabilmente alla caccia ancora di James Rodriguez. E Cutrone? Mi auguro che Giampaolo studi bene, dal vivo, le caratteristiche del giovane attaccante rossonero, dal vizio del gol, magari sacrificando altre figure per incassare la differenza da mettere sul piatto per Correa. Castillejo pare un attaccante di difficile impiego, nel 4-3-1-2, dove Suso invece può essere la valida alternativa a Paquetà. Addirittura potenziale  titolare, se si adattasse nel ruolo di numero 10, con il brasiliano arretrato a centrocampo, anche se preferirei, in partenza, la soluzione Paquetà dietro le due punte.

In partenza quasi certa Ricardo Rodriguez, chiesto da qualche Club inglese e tedesco. Altro possibile addio quello di Laxalt, chiusissimo nella sua posizione in fascia sinistra, mentre, in una rosa vasta, Borini potrebbe essere ancora utile perché si adatta a vari ruoli a centrocampo e in attacco. La campagna 2019-2020 sta così confermando quello sostenuto da Frederic Massara, qualche giorno fa: ”Le idee sono chiarissime!”. Insomma senza urli, senza proclami, senza illusioni, senza obiettivi impraticabili, gente seria e determinata,con il Milan nel cuore sta lavorando per costruire una squadra competitiva, funzionale e intelligente. Merita fiducia !