106
Giallo a Milanello! Lucas Paquetà effettua l’intera seduta di Milanello con i compagni. A fine allenamento, dai rumors che trapelano dal Centro Sportivo rossonero, avrebbe chiesto un colloquio con l’allenatore Stefano Pioli, chiedendo di non essere convocato perché non sereno di testa e non in grado dunque di partire per Brescia. Non si conosce la reazione del tecnico milanista, che si dice, non aver ovviamente gradito la decisione del giocatore brasiliano. 

Doverosa un'altra puntualizzazione sul momento di Paquetà. Come rivelato, nelle ultime ore,  da un importante sito brasiliano, già domenica sera dopo la partita vittoriosa sull’Udinese il ragazzo avrebbe accusato un malessere, dovuto forse allo stress o a un attacco di ansia, che lo ha costretto a una visita urgente alla Clinica “La Madonnina“, da dove poi è stato dimesso senza riscontri di patologie particolari. Il giocatore si è allenato regolarmente tutta la settimana, per poi chiedere appunto di non partecipare alla delicata trasferta di Brescia, perché, come detto, non si sentiva  sereno.

Qualcuno mormora che forse non si tratterebbe di un caso che questa scelta di Lucas sia legata all’incontro di mercoledì tra i dirigenti del Milan e Eduardo Uram, il procuratore di Paquetà. Non sembra ci siano infatti proposte per il brasiliano ,che vorrebbe essere ceduto. A  meno che venga considerata un’offerta, e non un’offesa, la ventilata proposta che arriva da Parigi. Si dice che il PSG sarebbe disposto a acquistare il giocatore a venti milioni di euro, dopo che lo stesso plenipotenziario di mercato, oggi al club parigino, lo ha portato al Milan a 35 milioni più bonus, esattamente un anno fa.

Il cerino passa ora a “Casa Milan“ che ha due strade: 
liberarsi del giocatore, che pare non credere più al progetto rossonero, quindi diventato un fardello tecnico e economico, con il rischio  però di una pesante minusvalenza. Oppure pretendere  dal carioca che venga onorato il contratto in essere , con l’invito a superare questo suo momento particolare e  a tornare presto ai suoi doveri di ricco professionista. La situazione appare ancor più complicata perché siamo a dieci giorni dalla fine del mercato. Il Milan deve aver chiaro le strategie da seguire.

Vuole  capire dove riempire le caselle eventualmente vuote o che appaiono più fragili. Paquetà è un giocatore importante della rosa, anche perché può occupare più ruoli, anche se Pioli ha ribadito, anche nella ultima conferenza stampa, che il ragazzo, dalle alte potenzialità, debba  migliorare il suo apporto povero, fino ad oggi, di reti, di assist e di giocate vincenti. Rimanendo sul mercato, offerte per i giocatori in uscita non sembrano arrivare sulla scrivania di Paolo Maldini e Zvonimir Boban.

Oggi però tutto il Milan è concentrato sull’impegno di Brescia. I tifosi si augurano di rivedere la squadra solida e compatta ammirata a Cagliari, perché ,contro Sampdoria e Udinese, troppe le lacune difensive ,anche per lo scarso filtro a centrocampo, che hanno permesso agli attaccanti avversari di presentarsi soli  davanti al portentoso Donnarumma. Non si muove il mercato, ma fondamentale che si muova  intanto la classifica!