39
Guardiamo avanti. Il mondo è fermo, ma non quello del calcio. E’ vero, il pallone non rotola, le emozioni stanno a zero, ma sulle scrivanie, via telefono o via skype, i dirigenti delle Società stanno già seminando in vista della prossima stagione.

Si ipotizza che il mercato possa durare addirittura fino al 31 dicembre, anche se ogni club vorrebbe aver già messo le basi prima dell’inizio del campionato. Di date non se ne parla perché non se ne può parlare, ma, come detto, i contatti sono già intensi e continui. Per quanto riguarda il Milan, ogni ipotesi sulla campagna rafforzamento è legata alla scelta dell’allenatore.

Non credo però che saranno molti i giocatori confermati. Insomma anche quanto a rosa, facile immaginare una rivoluzione, attingendo a una base giovane, con la speranza che vengano però individuati quei due o tre giocatori di esperienza. Un mercato che intriga molto i dirigenti milanisti è quello del Benelux. In Belgio e in Olanda si possono trovare giocatori giovani, interessanti, dal costo abbordabile. 

Partiamo da una figura che viene seguita  da tempo. E’ un 2002 belga, che gioca nel Malines, dove è titolare dal dicembre scorso, nonostante l’età giovanissima. Si chiama Aster Vranckx, gioca a centrocampo, ideale interprete del 4-3-3, grazie alla sua fisicità, alla sua facilità di inserimento, unita a una buona visione di gioco. Molto dinamico, grazie alle sue lunghe leve, usa i due piedi. Ha realizzato una rete in sei partite. Piace già al Bruges e al Feyenoord, ma il Milan è sulle sue tracce da tempo.
Rimaniamo in Belgio per segnalare un altro ragazzo dalle ampie prospettive di campione. E’ l’attaccante del Gent, Jonathan David, classe 2000. Gioca già da titolare nella nazionale canadese, da prima e seconda punta, ma con una buona disposizione a lavorare per i compagni. Si è messo in luce nella Gold Cup, per diventare  presto titolare nel Gent. E’ il capocannoniere della Pro-League, la serie A belga, con diciotto reti. Interessa già ai club più importanti, ma il costo è ancora relativamente accessibile. Intorno ai 20 milioni di euro. 

Se lo ricordano i tifosi che hanno seguito la vittoria della Under 21 azzurra sui belgi. A realizzare l’unico gol dei nostri avversari un centrocampista di sicuro futuro, Yari Verschaeren, un 2001 da due anni titolare nell’Anderlecht nel ruolo di mezza punta /trequartista .E' un brevilineo  di buona classe. Deve ancora maturare, ma soprattutto irrobustirsi a livello fisico. Costo intorno ai 18 milioni di euro.

Passiamo alla Eredivisie. Giocano entrambi nell’Az Alkmaar, stabile al vertice della classifica. Nel ruolo di regista, brilla il ventiduenne Teun Koopmeiners. Piede sinistro delizioso, splendida visione di gioco, ben strutturato fisicamente, sembra l’ideale compagno di Bennacer, per completare il centrocampo rossonero. Il suo costo si aggira sui 15 milioni. 

Myron Boadu è una punta molto mobile. Rapido e veloce nell’attacco della profondità, ha un formidabile fiuto del gol, ma non solo. Infatti ha realizzato 14 gol, ma ha confermato la sua classe grazie agli 8 assist in 24 partite. Per rubare alla già forte concorrenza questo 2001 bisogna presentarsi con un assegno di 20 milioni di euro. Sono tutti giocatori dall’ingaggio nella media voluta da Casa Milan. Solamente  con questi prospetti, magari non si vince subito, ma potrebbero rappresentare finalmente un buon punto di partenza!