Commenta per primo

L'abbiamo criticato tante volte. Ne abbiamo chiesto a più riprese le dimissioni e il licenziamento. Ma ora non possiamo che chiedere scusa ad Adriano Galliani.

Eh, sì, perchè quello che ha fatto con Ibrahimovic non può che essere considerato un capolavoro.  L'ad rossonero ha strappato il giocatore al Barcellona con un accordo che vede il Milan dover pagare ai blaugrana 24 milioni di euro in tre rate.

E questo, scusate, non è un affare? Gli spagnoli, solo 12 mesi fa, avevano speso per l'attaccante svedese circa 70 milioni, visto che avevano pagato l'Inter con 50 milioni chash ed Eto'o.

Quattro giorni di trattative, rubato il posto e l'armadietto ad Huntelaar (e Borriello?), in tribuna a San Siro al fianco del premier. Che, in odore di elezioni, ha giocato la carta Ibrahimovic.

E pensare che questo sgarro ai cugini interisti arriva a 24 ore dalla brutta figura rimediata dall'Inter a Montecarlo; a rimarcare ancora una volta che il Milan, nonostante tutto, c'è. E che darà filo da torcere all'Inter. Bravo, Galliani.