214
La sconfitta contro l'Inter si trascina dietro un altro problema, pesante e insopportabile. Queste infatti sono settimane importanti per cominciare la semina in vista del ...raccolto di luglio. Indubbiamente allora avere qualche incertezza in meno, che una vittoria nel derby avrebbe certamente contribuito a regalare, sarebbe stato importante. Invece la lotta per il Milan si prospetta furiosa, complicata, salvo un'altra improvvisa accelerata, per distaccare le rivali. Non si presenta dunque facile il compito dei dirigenti rossoneri.

Qualche rumors parla di un interessamento anche del club milanista per Niccolò Zaniolo, destinato però alla Juventus. Fabio Paratici impazzisce per le qualità del centrocampista giallorosso, ormai il principale obbiettivo di casa Juventus, che lo acquisterà la prossima estate. Sembrano in salita anche la quotazioni di Mauro Icardi per l'attacco bianconero, soprattutto se, sul piatto, verrà messo Dybala. Insomma una operazione concettualmente molto simile al passaggio di Higuain al Milan, altro giocatore che la Juventus voleva fortemente cedere. Come Dybala, un talento, che stenta, anche per la collocazione tattica, a diventare un Campione.

Se veramente la Juventus volesse potenziare l'attacco con Icardi, potrebbe lasciare libero Federico Chiesa, sul quale il Milan ha già messo gli occhi. Il costo è molto elevato, ma con la cessione di Andrà Silva, Calhanoglu o Suso (forse entrambi) il gruppo Elliott avrebbe il denaro necessario per acquisire Chiesa, che al Milan verrebbe volentieri, e riscattare Bakayoko.

I tifosi sognano un tridente composto da Chiesa, Piatek e Paquetà, con Cutrone e Saint-Maximin a completare il reparto. Mancano sempre nel Milan le alternative a Biglia e Kessié, ma i due del Sassuolo, Sensi e Duncan, sono sempre i primi candidati a prendere il posto, nella rosa di centrocampo, di Montolivo, Bertolacci e José Mauri, solo numeri in questa stagione, destinati dunque a cambiare maglia.