241
Il Milan non commenta. L’entourage di Donnarumma non conferma. La proprietà, nel passato era stata chiara: nel caso di cessione del giovane portiere rossonero il denaro contante non doveva essere inferiore ai 50 milioni di euro, dunque cash. Quindi l’indiscrezione che ha allarmato, preoccupato e scandalizzato giustamente i tifosi rossoneri, cioè che il PSG avrebbe offerto Areola più 20 milioni per Donnarumma non è già un affare fatto, ma qui bisogna parlare chiaro. 

Io già non riesco a digerire il fatto che il Milan sia precipitato in una situazione che preveda la dismissione dei suoi pezzi pregiati. Fino a 10 anni fa è sempre stato a un Club che acquista i quadri d’autore, cioè i grandi giocatori, conservando i Campioni che profumano la sua rosa. Non è mai capitato, fin dai tempi del Presidente Trabattoni, quello del Gre-No-Li, poi con Andrea Rizzoli e Franco Carraro. Con Albino Buticchi la società acquistò Luciano Chiarugi, il pezzo pregiato del mercato. Poi perfino nei momenti bui Baresi, Tassotti e i giovani del ’60 mai furono messi sul mercato. Non parliamo di Silvio Berlusconi, che fino al 2012, cessione prima di Kaka e poi di Thiago Silva e Ibrahimovic, scelse sul mercato i giocatori più spettacolari, divertenti e costosi, fondamentali per i 29 trofei vinti in 30 anni. Certo i tempi sono cambiati, ma non riesco né a rassegnarmi per la nuova situazione, né a sopportare queste necessità. 

Detto questo, se proprio Donnarumma deve essere ceduto, i saldi cominciano ai primi di luglio, non a fine giugno. 20 milioni di euro più Areola, un buon portiere, che comunque va a riempire una casella occupata da Reina e Plizzari, sono pochi, troppo pochi per un Campione che può solo crescere e lasciare una traccia nella storia del calcio. Il Milan ha la sua dignità, ha la sua storia, il suo popolo di tifosi offesi per l'offerta parigina, in un mercato dove per un giocatore normale chiedono dai 20 ai 30 milioni, solo perché respira e calcia un pallone. Il PSG ha tutto il diritto di inviare la sua proposta, ma i dirigenti di un Milan dalla proprietà miliardaria, anche sotto FFP, ha il dovere di rispedire al mittente la proposta indecente. Non però come si intende ora, no… proprio… proprio… indecente! 


GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. 
Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati a Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com