333
Il pari contro l'Atalanta lascia un po' di amaro in bocca: il Milan non ha dominato, ma ha avuto una supremazia sui bergamaschi che avrebbe potuto portare anche alla vittoria. Non deve passare inosservato l'allarme lanciato da Tonali, in uno sfogo da leader che servirà al gruppo: c'è qualcuno che evidentemente si è seduto dopo la vittoria dello Scudetto, c'è qualcuno che non sta dando il massimo, come dimostrato da alcuni errori individuali nelle prime due gare. I 3 gol subiti fin qui effettivamente erano evitabili, figli di poca concentrazione.

Bisogna dimenticare lo scudetto, anzi, serve capire che il tricolore sul petto deve dare più consapevolezza ma anche più responsabilità.

Si può ripartire comunque da una buonissima prestazione contro una squadra tosta come quella di Gasperini, in un campo dove altre squadre perderanno punti e magari più di 2 come successo al Milan. Pioli deve avere il coraggio di lanciare i nuovi, soprattutto se prendi un giocatore come De Ketelaere a 35 milioni di euro. Lo stesso Adli forse avrebbe meritato un po' di minutaggio.

Visto il Brahim di ieri, il belga deve giocare. Mentre sulla destra il tanto bistrattato Saelemaekers probabilmente meriterebbe di far sedere in panchina Messias (gravissimo il gol sbagliato ieri e in generale deludente in questo inizio).

Grave, poi, in epoca di Var, il mancato rosso ad Hateboer per quell'intervento killer su Leao, che avrebbe potuto anche pagarne le conseguenze. E' un fallo da espulsione, che avrebbe potuto cambiare la partita: inaccettabile dormita di Valeri al Var.