327
Ricordo i sorrisi ironici quando sottolineavo la qualità del centrocampo del Milan. Oggi la coppia Bennacer-Kessiè è una delle più forti che possa offrire il calcio in campo internazionale. Franck Kessiè sarebbe titolare in tutte le squadre della Premier League. Certamente non inferiore a Henderson del Liverpool, Sissokò del Tottenham o a quel Thomas pagato dall’Arsenal 65 milioni. Grazie al nuovo modulo tattico studiato da Stefano Pioli, oggi il rendimento dell’ivoriano è salito in maniera esponenziale. Sempre lucido, poco falloso, bravo a contenere e nell’impostazione. Grande, si sa, è la differenza tra il correre e il rincorrere. Franck è il punto di riferimento del centrocampo insieme a Ismael Bennacer. Non si vince il premio come miglior giocatore della Coppa d’Africa se non si posseggono qualità superiori, qualità chiare di personalità, mezzi da giocatore di livello mondiale. Non era certo necessaria la splendida prestazione contro lo Sparta Praga per sottolineare la sua grandezza. 

Apro una parentesi: i cechi sono una squadra certamente facile, ma i lussemburghesi del Dudelange non erano certo più forti. Eppure ricordiamo la immane fatica per batterli sia a casa loro che a San Siro. Torniamo a Bennacer, autore di due assist che liberano verso la porta degli avversari prima Dalot, passaggio-gol per Leao, poi lo stesso Dalot che chiude in rete. Ci sarà la fila fuori dalla porta del Milan, la prossima estate, con le valigie piene di euro, ma dovranno essere bravi i dirigenti a respingere le proposte decenti e indecenti. 

Non dimentichiamo poi l’età dei due dioscuri del centrocampo milanista. Il giocatore algerino, classe 97, ha 23 anni, mentre Kessiè è nato un anno prima. Insomma, per tante stagioni potrebbero essere gli assoluti del centrocampo del Milan. Un reparto che può contare anche su Sandro Tonali, in promettente crescita nel match di Coppa. L’ex bresciano migliora di partita in partita, cominciando a mostrare personalità e classe. E’ un Milan che ora è atteso dalla complicata trasferta di Udine. Un nuova prova sulla strada che deve portare i rossoneri a rimanere protagonisti per tutta la stagione. Torna in panchina anche Rebic, ma la sua assenza è stata ben mascherata dai compagni. Ed è questo uno dei segreti del Milan di Stefano Pioli! 

Novità – Estrazione mensile di un diamante da 10.000€ al più fortunato – Gioca ora