36

Mario Balotelli, croce e delizia dei tifosi milanisti e di tutti gli amanti del bel calcio. Ha i numeri, ma non ha (sempre) la testa. Vero, ci sono statistiche su statistiche che parlano di SuperMario come il giocatore che subisce più falli di tutti, ma questo non giustifica la sua spocchiosità in campo.

Oggi, però, non parlo io. Anzi. Ospito il pensiero dell'amico Luis Vizzino, agente Fifa: "Nonostante i 4 punti in 4 partite e i tanti infortuni, la dirigenza rossonera decide di rinunciare al ricorso per tentare di avere in campo Mario Balotelli nel big matche di domenica 6 ottobre a Torino contro la Juventus - dice - una scelta, a mio avviso, importante e significativa da parte di una società che ha fatto sempre del rispetto dei valori e della dignità i suoi punti di forza. Un messaggio chiaro ed emblematico: le vittorie vanno e vengono, lo stile resta. Balotelli? Non condivido i suoi atteggiamenti. Continua a dimostrare poca maturità. In un momento in cui avrebbe dovuto prendere per mano la squadra, non lo ha fatto. Poco tutelato per i troppi falli che subisce? Beh, non ricordo grandi campioni del passato "trattati bene" dai difensori. Deve imparare a non reagire alle provocazioni, ma la vedo dura...".