131
Tutta colpa di un punto interrogativo! Quasi un anno fa, ho titolato un mio video su Youtube: "Ibrahimovic ha firmato". Ero abbastanza sicuro della fase avviata della trattativa. Qualcuno mi aveva rivelato che sarebbe stato firmato addirittura un documento. Un punto interrogativo, però, era doveroso e obbligato, vista la delicatezza dell'argomento e la mancata prova di fatti tangibili e certi. Il trasferimento poi è risultato impossibile. Qualcuno sostiene per il 'no' di Ivan Gazidis, altri per la decisione da parte dello stesso Ibra di non venir meno alla parola data ai Galaxy. Da quel momento ho ricevuto improperi, frasi di pesante sarcasmo, ironie che si sono protratte per mesi. Me le sono meritate perchè capisco la atroce delusione di tanti tifosi che avevano sognato il ritorno di Ibra Supremacy in maglia rossonera. Lo stesso sentimento che mi ha accompagnato in quei freddi giorni di gennaio. 

Dopo quasi un anno, voglio però tornare sull'argomento, nuovamente attuale. Dato di fatto incontrovertibile: il contratto di Ibrahimovic scade il 31 dicembre 2019. A differenza di dieci mesi fa, lo svedese ha già mandato segnali alle squadre italiane, anche se subliminali e ancora un po' criptici. Zlatan è nato il 3 ottobre 1981, ha già compiuto 38 anni. Sarebbe ancora utile alla causa rossonera? Beh, viste le notizie circa la perdita di 146 milioni sul bilancio consolidato 2018-2019, non credo proprio che verranno immesse grandi cifre di denaro per il mercato di gennaio. Già positivo il fatto che Elliott abbia smentito pubblicamente le voci circa importanti cessioni per colmare il forte disavanzo nei conto. Detto questo, per migliorare la rosa a livello di esperienza, professionalità, classe e spirito, in mezzo a tanti ventenni, sarebbe fondamentale una figura come quella di Ibra, che diventerebbe l'assoluto spirito di riferimento per compagni e allenatore. 

Non voglio nemmeno esaminare il costo dell'operazione, perchè certo inferiore al possibile acquisto di due o tre rinforzi. Insomma, avete capito, non mi sono ancora rassegnato all'idea di non rivedere un trascinatore come Zlatan in maglia rossonera. Non so che cosa ne pensino i tifosi rossoneri, ma mi auguro che da oggi i dirigenti del Milan comincino a sondare il terreno, per non farsi sfuggire uno straordinario Campione come Ibrahimovic. Si dice che ci stia già pensando l'accorto Presidente viola Commisso. Il fondo Elliott deve precedere presto la concorrenza. Insomma non deve perdere la ghiotta occasione per un bel rilancio di immagine, dopo le critiche delle ultime settimane. Speriamo che non perda l'ultimo treno per..Ibra!