Commenta per primo
Ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli ha parlato l'attaccante del Napoli, Arek Milik. Queste le sue parole:

PUNTO DI PARTENZA CON IL PERUGIA - "Speriamo di sì, ma in questo momento c'è tanto lavoro da fare ancora. Abbiamo cambiato modulo passando al 4-3-3 e ci sono movimenti molto diversi. Abbiamo già migliorato qualcosa, come ad esempio uscire da dietro. Dobbiamo migliorare la finalizzazione e speriamo di portare risultati".

I NUMERI DI MILIK - "Spero di migliorare ancora. Certo, sono felice per i numeri, ma non sono felice ancora per i risultati di squadra, siamo troppo in basso in classifica. Guardiamo in alto e c'è tanto lavoro da fare, spero che miglioreremo quanto prima. Qualcosa è già progredito, l'obiettivo è riportare i tre punti a casa. Iniziamo dalla Fiorentina".

LA FIORENTINA - "L'obiettivo è ritrovare la vittoria in campionato, vincere le partite. Miglioriamo il nostro gioco, ma serve pazienza e lavoro. Speriamo di vincere sabato".

LA COPPA ITALIA - "Sarà difficile vincere la Champions, ne siamo consapevoli. Affronteremo una squadra fortissima, ma abbiamo tanti obiettivi e la Coppa Italia lo è".

IL NAPOLI  - "Abbiamo grandissima qualità. Ora dobbiamo recuperare gli infortunati che ci possono aiutare tanto, soprattutto chi ha fatto la storia negli ultimi anni. Ognuno ora è importante e speriamo di ritrovarli presto, perché sono fondamentali per noi".

ZANIOLO - "Mi dispiace tanto per lui, perché mi sono rotto due volte e so quanto sia brutto. Ora gli aspetta la riabilitazione che è molto lunga e spero torni per l'Europeo, anche se non sarà semplice rientrare in tempo".

LA POLONIA - "Sicuramente abbiamo giocatori bravi, ma non siamo favoriti. Abbiamo la Spagna nel girone. Però quando scendi in campo tutto è possibile. Ma non vado troppo avanti, ora penso al Napoli".

DEMME E LOBOTKA - "Sicuramente possono darci una mano, ma li ho visti troppo poco per giudicarli. Speriamo ci diano un aiuto, anche se sicuramente sono degli acquisti importanti".

GAETANO - "È un ragazzo giovane, con grandi qualità ed è cresciuto tanto. Ora è il momento giusto per fare un piccolo passo indietro (direzione Cremonese, ndr) per poi farne due in avanti".

IL BARCELLONA - "Queste partite sono bellissime, abbiamo già giocato contro i più forti al mondo, il Liverpool. Ora affronteremo il Barcellona, non da meno. Abbiamo rispetto per loro e sarà difficile, ma nel calcio tutto è possibile".