2
Intervenuto a Sky Sport, Diego Milito ha parlato dello scudetto dell'Inter e non solo: "Se ho festeggiato? Certo. Sono molto felice per la società e i tifosi. Ci voleva dopo tutto questo tempo, una squadra come l'Inter ha l'obbligo di provarci, è molto importante. E' uno scudetto molto sentito perché mette fine al percorso vincente della Juve e meritato".

SU CONTE - "Non faccio paragoni, non mi piacciono. Da fuori vedo un feeling enorme tra allenatore e giocatori: è importantissimo per vincere qualcosa. Conte è un grandissimo allenatore: spero inizi un ciclo vincente, lo meritano i tifosi e la società".

SU LUKAKU - "Siamo diversi, ma non mi piace parlare dei singoli. Quando ci sono vittorie così importanti è bene parlare del collettivo, dietro a Lukaku c'è un grande gruppo come fu all'epoca per me".
SU LAUTARO - "Sono felicissimo per lui. L’ho visto e credo lo abbiamo visto tutti, è cresciuto tantissimo, ora è completo. Lo conosco da piccolo, ho grande stima per lui. È un grandissimo giocatore e una grandissima persona, la sua crescita mi rende molto felice. Ha ancora tanto da crescere ma credo già abbia fatto tanto". 

SU MOURINHO - "Il suo ritorno è positivo per tutto il calcio italiano. Mi sarebbe piaciuto l'avesse fatto all'Inter, ma noi vogliamo molto bene a Josè e vogliamo che faccia bene ovunque. Ovviamente spero non faccia bene contro Inter e Genoa, ma gli faccio un in bocca al lupo. Lui è molto tranquillo, la vicinanza anche umana fa bene. E' Special perchè fa dare il 100% a tutti, sa come gestire ogni situazione. Non mi aspettavo tornasse in Italia in questo momento".

SUL FUTURO - "Mi piacerebbe di sicuro tornare a riabbracciare alcuni amici a Milano. Spero di rivederci presto non appena si potrà. Inter? "Sì, io non scarto nessuna possibilità. Bisogna vedere. Ho un grandissimo legame con l’Italia, ma vedremo".