108
Diciassette minuti. Quanto è durata la finale di Henrikh Mkhitaryan, che ha abbandonato la sfida di Tirana contro il Feyenoord per un problema al flessore della coscia destra, sostituito da Sergio Oliveira. Una ricaduta, un problema allo stesso punto dove un mese fa si procurò una lesione di secondo grado, una delusione che al fischio finale si è però trasformata in felicità. Immensa, per una coppa europea che alla Roma mancava da oltre 40 anni, una coppa sulla quale ha messo la firma, con 9 presenze, 1 assist e tanta qualità. 

INTER - Un successo che l'armeno ha voluto dedicare ai tifosi, che ci sono sempre stati, anche nei momenti di difficoltà: "Per tutti voi" ha scritto sui social, a rimarcare ancora una volta il legame forte che c'è con la piazza giallorossa. Un legame che resterà, anche se Mkhitaryan non rinnoverà il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno. Un'ipotesi che potrebbe diventare realtà, perchè sul piatto il suo entourage, come anticipato da Calciomercato.com, ha una proposta dell'Inter, che gli ha offerto un biennale da 3,5 milioni di euro netti più bonus.

ROMA - La Roma non si sente tagliata fuori. E' a conoscenza della proposta di Marotta, ma è pronta a rilanciare. Pinto aveva messo sul tavolo un prolungamento di un anno, con opzione fino al 2024, a cifre nettamente inferiori agli attuali 5 milioni, ricevendo un no come risposta. Ma presto ci sarà nuovi contatti, Mourinho ha chiesto la conferma di Mkhitaryan, la Roma farà di tutto per accontentarlo.