Vedere Luka Modric lontano dal Real Madrid, oggi, rimane difficilissimo. "Ma si è interessato a noi con la sua voglia di venire all'Inter", la conferma dello scenario arriva da Luciano Spalletti, non proprio un protagonista qualsiasi. Perché non è casuale che un allenatore si esponga così su un top player tesserato con il club più importante al mondo. Spalletti sa bene quello che dice, conferma le carte in tavola messe da Modric ormai da giorni e ancora valide; perché Luka e il suo agente Vlado Lemic insieme a tutto l'entourage sta spingendo senza sosta. Pur sapendo che Florentino Perez non cede di un centimetro. Ma cosa c'è dietro la voglia di Inter di Modric?

NELLA TESTA DI LUKA - Il croato ha fatto sapere al presidente tramite i suoi agenti che preferisce salutare Madrid nel miglior momento della sua carriera, dopo aver vinto una Champions e non quando sarà in fase inevitabilmente calante, per poi concludere male come tante altre leggende del Real. Ritiene l'Inter una sfida entusiasmante, 'sponsorizzata' dai compagni croati e uno stimolo totalmente nuovo in un campionato diverso per allungarsi la carriera.
Modric ritiene di aver ricevuto tanto dal Real ma anche dato molto, sempre con massima professionalità e correttezza, senza mai pretendere rinnovi faraonici ogni 6 mesi come altri compagni. Da qui pretende che il suo appello venga ascoltato da Florentino Perez, il gentleman agreement lo avrebbe previsto. Ma il presidente non vuole sentire ragioni; ad oggi, non può permettersi mediaticamente e tecnicamente di perdere anche Modric. Da qui il suo muro invalicabile, le speranze dell'Inter restano poche e Spalletti ha confermato tutto. Dietro le quinte di un sogno impossibile c'è Florentino a dire stop.