Commenta per primo

L'ex dg della Juventus, Luciano Moggi, è stato condannato a quattro mesi di reclusione dal tribunale di Roma per aver rivolto minacce all'attuale direttore generale della Roma, Franco Baldini, nel 2008. Il giudice monocratico Luca Comand ha disposto il risarcimento da liquidare in separata sede fissando una provvisionale, immediatamente esecutiva, di cinquemila euro.

L'accusa di minacce a pubblico ufficiale fa riferimento ad un'udienza del processo di primo grado alla Gea, nel quale Baldini è stato il grande accusatore di Moggi. In particolare, prima dell'udienza del 19 giugno 2008, secondo l'accusa, Moggi incontrò Franco Baldini fuori dell'aula dove il dirigente giallorosso (all'epoca dei fatti team manager della Roma) si trovava in vista di un confronto con il calciatore Davide Baiocco. Dopo aver puntato il dito a dieci centimetri dal suo naso - come Baldini denunciò in aula prima di deporre - l'ex dg juventino lo avrebbe apostrofato dicendo: «Buon giorno pezzo di m..., stai attento che finisce male». Per l'ex dirigente bianconero il pm aveva chiesto una condanna ad otto mesi. Martedì scorso, nell'ambito del processo di Calciopoli a Napoli, Moggi è stato condannato a 5 anni e 4 mesi di reclusione.