"In un calcio ormai privo di esempi da seguire e positività, ma sempre più basato sul denaro e sul ritorno economico, e funestato da eventi che con il pallone non hanno nulla a che vedere, questa rubrica vuole proporre un momento di svago settimanale che ci riavvicini allo sport più bello del mondo, legato al campo di gioco ma non solo, anche ai social, alle iniziative di beneficenza e a storie da raccontare: il calcio è felicità, il calcio è passione, il calcio è "Momenti Di Gioia"".

Il calciomercato è ormai pane di tutti i giorni, per chi vive, lavora e si diverte nel mondo del pallone: con buona pace di chi prova a ridurre il periodo di trattative e lo dipinge come il "male oscuro" della modenità, riesce a infiltrarsi anche nei periodi di cosiddetto stallo, invadendo appieno non soltanto l'universo del calcio giocato, ma addirittura quello delle trasmissioni televisive di approfondimento, diventando un vero e proprio reality colmo di colpi di scena che entusiasmano o atterriscono lo spettatore, che si siede sul divano per assistere e invece diventa parte integrante e protagonista di quello che avviene tra i calciatori e le rispettive società.

WANDA PIANGE, MAROTTA CHIAMA - Ieri sera abbiamo assistito all'ennesimo e ultimo capitolo di questa commistione: Wanda Nara, agente dell'attaccante dell'Inter Mauro Icardi ma anche opinionista del programma tv di Mediaset "Tiki Taka", ha parlato a cuore aperto della situazione contrattuale e di squadra del marito, suscitando la reazione non solo del pubblico a casa ma persino dell'ad dell'Inter Giuseppe Marotta, che ha telefonato in diretta per tranqullizzare la donna e provare a distendere gli animi, cercando anche la possibilità di un incontro per il rinnovo.

IL PRECEDENTE AL PROCESSO: BERLUSCONI, KAKA E BISCARDI - Calcio, mercato e tv: un mix esplosivo, il cui priimo artefice è stato senza dubbio l'ex presidente del Milan Silvio Berlusconi, in diretta al "Processo di Biscardi". Tra gli scoop più celebri del compianto collega c'è infatti quello relativo al futuro del trequartista del Milan Ricardo Kakà, quando nel 2009 si vociferava che il Manchester City avesse offerto 130 milioni di euro per il giocatore. L'allora presidente rossonero telefonò alla trasmissione per confermare che il campione brasiliano sarebbe rimasto a Milano, susitando la commozione dei tifosi e dei presenti in studio. Mercato interattivo.

IL REALITY DEL CALCIO: 1984 E 'PANEM ET CIRCENSES' - Un innovatore, come spesso gli è capitato nella vita: il calcio e in particolare il mercato abbinati alla televisione, per creare un reality che possa attrarre pubblico, spettatori e consensi, in un moderno "1984" di Orwelliana memoria applicato al mondo dello sport più seguito d'Italia. A chi continua a non concepire o ad essere disgustato da situazioni del genere, può bastare una risposta utilizzata qualche migliaio di anni fa dai latini: "Panem et circenses", cibo e giochi circensi,  la formula del benessere popolare e quindi politico. Fare i moralisti ormai non conta più: vedere per credere.

@AleDigio89