"In un calcio ormai privo di esempi da seguire e positività, ma sempre più basato sul denaro e sul ritorno economico, e funestato da eventi che con il pallone non hanno nulla a che vedere, questa rubrica vuole proporre un momento di svago settimanale che ci riavvicini allo sport più bello del mondo, legato al campo di gioco ma non solo, anche ai social, alle iniziative di beneficenza e a storie da raccontare: il calcio è felicità, il calcio è passione, il calcio è "Momenti Di Gioia"".

L'amore per la propria squadra di calcio è un qualcosa che va oltre il bene e il male, qualcosa che va scolpito per sempre sulla pelle: ne sono convinti in Germania, in particolare nella capitale Berlino, dove l'Hertha si è resa responsabile di una bella iniziativa nei confronti dei propri tifosi. Il club berlinese ha infatti stabilito di elargire l'abbonamento a vita a chi si tatuerà la bandiera del club sul proprio corpo: un'iniziativa a tempo, che durerà fino all'8 febbraio. I  tifosi che testimonieranno la loro fede con un tattoo si vedranno tatuare anche un codice QR che consentirà loro di entrare gratuitamente all'Olympiastadion per assistere alle sfide di Bundesliga della loro squadra, per tutta la vita.

QUESTIONE EPIDERMICA - La prova d'amore incisa sulla pelle è considerata infatti valida per l'abbonamento gratuito alle gare interne, vita natural durante: il simbolo dovrà essere una bandiera bianca e blu della squadra, una mappa di Berlino e la sagoma dello stadio Olimpico. Il concorso è particolare: ogni tifoso per essere scelto deve mandare al club un video, una foto o comunque la dimostrazione del fatto di essere il più legato alla squadra berlinese. L'iniziativa è stata presentata dall'ex giocatore dell'Hertha Berlino Andreas Neuendorf, soprannominato "Zecke" ("zecca") perché una volta finì in ospedale proprio a causa di una zecca: anche in questo caso, una questione epidermica... 

@AleDigio89