12
"In un calcio ormai privo di esempi da seguire e positività, ma sempre più basato sul denaro e sul ritorno economico, e funestato da eventi che con il pallone non hanno nulla a che vedere, questa rubrica vuole proporre un momento di svago settimanale che ci riavvicini allo sport più bello del mondo, legato al campo di gioco ma non solo, anche ai social, alle iniziative di beneficenza e a storie da raccontare: il calcio è felicità, il calcio è passione, il calcio è "Momenti Di Gioia""

Ci sono alcuni lavori, nel mondo, più difficili da intraprendere rispetto ad altri: spesso non basta la bravura, ci vuole anche fortuna e qualche conoscenza giusta. Il mestiere di attore e quello di calciatore sono due tra i più complicati da realizzare, vista la grande quantità di persone che si approccia al mondo del cinema e a quello del calcio: si tratta di due professioni divertenti ed ottimamente retribuite, che ti consentono di viaggiare e di realizzare le tue passioni. Riuscire a diventare un attore di successo è molto complicato, così come divenire calciatore professionista. Per tutti, ma non per William Miller: l'esterno del Tottenham, classe '96, visto all'opera nell'amichevole di martedì persa contro la Juventus, non fa solo il calciatore, ma è stato ed è tutt'ora un attore acclamato a tutti gli effetti.

COME CANTONA E VINNIE JONES - Padrone della fascia sinistra contro i bianconeri, Oliver Twist al cinema nel 2007, calciatore degli Spurs dal 2012: non è una burla, ma la vita di Will, nato a Londra nel 1996 e dotato di una splendida pagina Wikipedia che ne conferma la fortuna. Attore e calciatore, due professioni da sogno che milioni di persone possono solamente sognare, sulle orme di Eric Cantona e Vinnie Jones, che riuscirono a sfondare prima nel mondo del pallone e poi in quello del cinema. Per Miller il percorso è stato l'inverso: ha infatti cominciato a recitare al cinema e in televisione quando aveva solo dieci anni, recitando in alcun produzioni della BBC, con massimo picco nel 2007, quando interpretò appunto Oliver Twist, al fianco di attori di prima fascia come Timothy Spall ("Turner", "Harry Potter", "Il discorso del re") e Tom Hardy ("Batman", "Legend", "The Revenant").
SCELTA NECESSARIA? - Cresciuto nelle giovanili del Leyton Orient, nel 2012 è arrivato anche il secondo riconoscimento, la chiamata del Tottenham: mancino naturale, può giocare sia da terzino che da ala, e di lui si dice un gran bene. Ad un certo punto però dovrà fare una scelta: attore o calciatore professionista? A meno che il buon Will non voglia stupire ancora, portando avanti entrambe le carriere...

@AleDigio89