4
"In un calcio ormai privo di esempi da seguire e positività, ma sempre più basato sul denaro e sul ritorno economico, e funestato da eventi che con il pallone non hanno nulla a che vedere, questa rubrica vuole proporre un momento di svago settimanale che ci riavvicini allo sport più bello del mondo, legato al campo di gioco ma non solo, anche ai social, alle iniziative di beneficenza e a storie da raccontare: il calcio è felicità, il calcio è passione, il calcio è "Momenti Di Gioia"".

Passare in appena sette anni dal fallimento al primo posto in campionato, nella massima serie belga? Si può, se ti chiami Koninklijke Beerschot Antwerpse Club, più semplicemente Beerschot, secondo club della città di Anversa, in questo momento in testa alla Jupiler League, la Serie A belga, a quota 28 punti alla pari con il Genk, frutto di 9 vittorie, un pareggio e 4 sconfitte, ma soprattutto con il miglior attacco del campionato, che ha portato in dote 38 reti, tra cui spiccano le 10 del centrocampista austriaco Raphael Holzhauser.

DAL FALLIMENTO ALLA VETTA IN 7 ANNI - Un miracolo se si pensa che De Ratten, "Gli Orsi", come sono soprannominati i Viola di Anversasette anni fa erano praticamente falliti, tanto da dover cambiare il proprio nome da Germinal Beerschot a quello attuale. Il club era nato come Germinal Ekeren nel 1920 ad Ekeren, vicino Anversa, poi nel 1999 si è unito al Beerschot VAC, storico club della più importante città delle Fiandre, in passato vincitore di sette titoli belgi e due Coppe nazionali, con la possibilità di giocare nello Stadio Olimpico di Anversa. I troppi debiti costringono alla nuova rinascita, nonostante le cessioni illustri: calciatori come Jan Vertonghen ma soprattutto Radja Nainggolan sono infatti cresciuti nel vivaio e poi ceduti per ripianare i conti.

NAINGGOLAN, DAL VIVAIO AD AMBASCIATORE - Il centrocampista dell'Inter è stato nominato proprio oggi nuovo ambasciatore del club belga. L'annuncio è arrivato dalla stessa società: Nainggolan è un prodotto del settore giovanile del Germinal Beerschot, dal quale partì a 17 anni per arrivare a Piacenza, dove iniziò la sua avventura italiana. L'ex Roma ha espresso un messaggio per i tifosi: "I fan hanno ancora un posto nel mio cuore. Il primo posto del Beerschot è un risultato eccezionale da non sottovalutare. La squadra gioca per amore del club. Se aggiungi talento e tecnologia, ottieni ciò che tutti vogliono".​ I miracoli che solo il calcio può regalare.
@AleDigio89