2
"In un calcio ormai privo di esempi da seguire e positività, ma sempre più basato sul denaro e sul ritorno economico, e funestato da eventi che con il pallone non hanno nulla a che vedere, questa rubrica vuole proporre un momento di svago settimanale che ci riavvicini allo sport più bello del mondo, legato al campo di gioco ma non solo, anche ai social, alle iniziative di beneficenza e a storie da raccontare: il calcio è felicità, il calcio è passione, il calcio è "Momenti Di Gioia"".

Niente Barcellona né Real Madrid, e nemmeno Atletico Madrid. In Spagna domina la Real Sociedad di Imanol Alguacil, che Antonio Cassano aveva consigliato all'Inter e al suo amico Piero Ausilio al posto di Antonio Conte, vera regina di questa prima parte di stagione nella Liga. I numeri parlano chiaro e non mentono mai: primo posto, con 23 punti in classifica, frutto di sette vittorie, due pareggi e una sola sconfitta, il 29 settembre scorso nella seconda giornata di campionato, in casa contro il Valencia. 

IL 'MAGO' SILVA, IL MIGLIOR ATTACCO E LA SECONDA MIGLIOR DIFESA - Statistiche pazzesche: David Silva, che in estate ha rifiutato la Lazio per approdare a San Sebastian, e soci ieri a Cadice hanno trovato la sesta vittoria nelle ultime sei. Ben 21 i gol realizzati, il miglior attacco del campionato, e solo 4 gol subiti, la seconda miglior difesa alle spalle dell'Atletico. Primo posto anche in Europa League, a pari di Napoli e AZ Alkmaar, in uno dei gruppi più tosti della competizione. 
IL TALENTO DI OYARZABAL E IL 'NUOVO IBRA' - Da tenere d'occhio? Senza dubbio Mikel Oyarzabal, talento basco classe 1997 che è finalmente esploso in tutto il suo splendore dopo anni da promessa e dopo aver conquistato da protagonista l'ultimo Europeo Under 21, capocannoniere del torneo con 6 reti finora. Ma anche Portu, 28enne ex Girona che sembra finalmente aver trovato la giusta maturità, il talentino svedese classe 1999 Alexander Isak, in patria definito il "nuovo Ibra" e l'ex Manchester United Adnan Januzaj, che nei Paesi Baschi sembra aver finalmente trovato la propria dimensione.

IL 'MIRACOLO' DI ALGUACIL E IL SOGNO GRIEZMANN - Il tutto miscelato e in mano a un tecnico giovanissimo, di appena 39 anni, che a San Sebastian ha trascorso una vita, prima da calciatore e poi da allenatore, partendo dalle giovanili fino ad arrivare alla prima squadra. Insomma, la vera e propria sorpresa che può stupire, come già fatto da altre Real Sociedad del passato, ad esempio quella della stagione 2012/2013, capace di qualificarsi alla Champions League. Per poi chissà, magari sognare il ritorno di Antoine Griezmann...

@AleDigio89